giovedì 08 dicembre | 09:11
pubblicato il 18/gen/2013 17:29

Quote latte: Oscar Giannino, serve un'indagine vera

(ASCA) - Roma, 18 gen - ''La perquisizione della Finanza nella sede della Lega Nord e' solo l'ultimo capitolo di una vicenda, quella delle quote latte, in cui per anni la politica di ogni colore ha, nel migliore dei casi, parlato senza conoscere, sulla pelle di un'intera categoria produttiva''.

Lo dichiara Oscar Giannino, presidente e candidato premier di Fare per fermare il declino, che aggiunge: ''Serve un'indagine parlamentare vera, perche' da anni le cose vanno diversamente dal quel che tutti scrivono in merito ai presunti allevatori truffatori''. ''Numerose evidenze supportate dalle risultanze di indagini investigative'' prosegue Oscar Giannino, ''hanno portato alla luce tali e tante incongruenze nella gestione delle anagrafi bovine e dell'intero sistema di gestione delle quote e delle erogazioni in agricoltura da suggerire la possibilita', tutt'altro che remota, che l'Italia non abbia mai sforato la quota nazionale ad essa assegnata, e che di conseguenza i prelievi sugli allevatori siano di fatto illegittimi. Penso all'indagine svolta dal colonnello dell'arma dei carabinieri Paolo Mantile del 2010 da cui si evince, testuale, che 'raffrontando il numero capi nelle diverse banche dati con la media produttiva provinciale AIA pur aumentata del 10% in via prudenziale, risulta una differenza produttiva media, rispetto alla produzione totale italiana dichiarata, talmente significativa da mettere in discussione lo stesso splafonamento dello stato italiano e quindi il prelievo supplementare imputato ai produttori a partire dal 1995/96 fino al 2008/09'. O alle dichiarazioni rilasciate allo stesso Mantile da Giuseppe Ambrosio, recentemente arrestato nell'ambito di una operazione della GDF al ministero delle politiche agricole, che lasciava intendere come i prelievi agli allevatori non fossero altro che il prezzo da pagare per non sbugiardare di fronte all'UE l'intero sistema italiano di gestione delle quote latte.

Varrebbe la pena rileggere le parole rilasciate alla stampa dal generale della GDF Piero Iannelli, ex commissario straordinario AGEA, sui 'buchi neri' nel sistema delle erogazioni in agricoltura, all'interno del quale nessuno e' in grado di garantire trasparenza e regolarita'''.

''Qualsiasi decisione in merito alla riscossione dei tributi agli allevatori'', conclude Giannino, ''deve essere subordinata alla piena chiarezza su queste vicende''.

com-min

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni