domenica 04 dicembre | 11:22
pubblicato il 17/apr/2013 18:46

Quirinale: Strada, continuo con Emergency. Bene scelta M5S per Rodota'

Quirinale: Strada, continuo con Emergency. Bene scelta M5S per Rodota'

(ASCA) - Roma, 17 apr - ''Questo Paese e' un paese ad altissimo rischio e sull'orlo di una baratro di una grande tragedia sociale. Serve un segnale di rinnovamento e c'e' una persona come Stefano Rodota' che da' le garanzie morali e civili. Sono orgoglioso e contento di supportare la sua candidatura''. Queste le parole di Gino Strada a Tgcom24. Il fondatore di Emrgency ha poi aggiunto, in un comunicato, che ''il mio nome, avanzato dal M5S, e' un grande segno di apprezzamento per il lavoro di Emergency, e di questo sono grato e orgoglioso. Emergency non si tira indietro quando c'e' bisogno: lo dimostriamo da vent'anni nei paesi vittime della guerra e della poverta', lo dimostriamo tutti i giorni con il nostro lavoro in Italia, per assistere italiani e stranieri che oggi si trovano in difficolta' perche' lo Stato non garantisce a tutti il diritto alla cura come pure e' sancito dalla Costituzione. Il mio lavoro, il lavoro di Emergency, e' questo''. ''Penso che il modo in cui possiamo essere piu' utili a questo Paese, oggi, sia continuare a farlo, continuare a curare chi ha bisogno, continuare a cercare e proporre soluzioni per correggere il sistema e diventare finalmente inutili, perche' e' grave che nel 2013, in Italia, ci sia bisogno dei medici di Emergency. Magari - ha aggiunto - potremo anche raccontare al prossimo governo, se ci vorra' ascoltare, la nostra esperienza ventennale di medicina di qualita', gratuita, e aperta a tutti, una medicina basata sui diritti umani, una medicina che vorremmo vedere anche qui''.

Secondo Strada, ''questo Paese abbia urgente bisogno di cambiare rotta: a partire dal lavoro, la sanita', la scuola, che sono i pilastri della nostra societa'. Credo che ci sia bisogno di ripartire dalla Costituzione Italiana, la piu' bella del mondo, per ricostruire diritti. E per questo motivo, personalmente sono convinto che ci sia la grande occasione, oggi, di portare al Colle una persona che crede, rispetta e difende la Costituzione come Stefano Rodota'. Lo conosco, e so che con lui i diritti fondamentali sanciti dalla Costituzione potrebbero tornare ad essere il centro della vita pubblica di questo Paese. Il lavoro, la sanita' gratuita per tutti, la scuola pubblica, l'uguaglianza e il rispetto dei diritti umani, il ripudio della guerra tornerebbero ad essere i mattoni su cui si costruisce una societa' sana e bella da vivere. Per questi motivi credo sia meglio continuare con Emergency a fare il mio lavoro, che e' quello di curare persone, e faccio tanti auguri a Stefano Rodota'''.

com-brm/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari