giovedì 08 dicembre | 01:06
pubblicato il 18/apr/2013 17:41

Quirinale: Richetti, se cresce consenso Chiamparino puo' essere proposta

(ASCA) - Roma, 18 apr - ''C'e' una situazione di discreta tensione sulla proposta di Bersani, ma non abbiamo avuto un atteggiamento da corrente, non abbiamo date altre indicazioni oltre il no a Marini e oggi in Aula c'e' chi ha votato scheda bianca, chi secondo la sua sensibilita' e chi Chiamparino, sopratutto coloro che vogliono un capo dello Stato che riporti al centro le amministrazioni locali, la municipalita'''. Cosi' Matteo Richetti del Pd, ex presidente del consiglio regionale dell'Emilia-Romagna durante la diretta del TgLa7 condotta da Mentana. ''Io ho votato Chiamparino - ha detto - ma non su indicazione renziana, vediamo se in questa seconda votazione c'e' anche un consenso e se viene recepito''. Per Richetti quindi i voti per Chiamparino ''potrebbero aumentare'' ma ''molti colleghi ribadiranno indicazioni anche verso Bonino e Rodota', in attesa che ci sia una soluzione condivisa. Questa sera ci sara' un confronto e sara' un momento di ripartenza'', sottolineando che se si rimarca una differenza con la linea Bersani ''e' sul merito'' e che ''non e' un congresso in differita''. Per Richetti ''non e' il momento di chiedere dimissioni ne' di fare congressi anche se il nodo politico resta'', indicando come ''errore grave di Bersani di aver preferito l'accordo con Berlusconi piuttosto che all'interno del Pd''.

Quanto al motivo della scelta di Chiamparino, Richetti ha negato l'esistenza di una paternita': ''I nomi non vengono dati in maniera precisa, e' semplicemente nata una sensibilita', ho capito che quel profilo poteva suscitare dell'interesse, ma non e' una candidatura di una parte del Pd, vediamo come si sviluppa''. Se il consenso intorno all'ex sindaco di Torino cresce, Richetti pero' non nega ''che si puo' delineare un profilo tale che puo' anche diventare una proposta'' aggiungendo che pero' per lui ''resta anche in campo la candidatura di Romano Prodi''. E ha concluso: ''Siamo impegnati a ricercare una soluzione unitaria per il centrosinistra, discutiamo tutto e penso sia possibile trovare una soluzione a partire dalla quarta votazione''. E Pierre Carniti le sarebbe piaciuto? ''Sarebbe stato un bel nome, ma ci sono diversi nomi che vengono da quel mondo che sarebbero andati bene''.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fi
Fi, Berlusconi ricoverato. Zangrillo: stress, a breve dimesso
Pd
Pd, Orfini: ok sostegno militanti ma sia senza rabbia
L.Bilancio
L.Bilancio, governo pone fiducia in aula Senato su art.1
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni