venerdì 09 dicembre | 06:58
pubblicato il 10/apr/2013 18:50

Quirinale: Marcucci (Pd), con diktat per telefono si perde consenso

(ASCA) - Firenze, 10 apr - ''Non so se qualcuno ha davvero ordinato da Roma a qualche consigliere regionale toscano di cambiare orientamento per la scelta dei grandi elettori della regione. Se quella telefonata e' partita davvero, malissimo hanno fatto coloro che hanno risposto, piegandosi ad un diktat che fa male alla Toscana e che ferisce tantissimi elettori e militanti del Pd''. Lo afferma il senatore Andrea Marcucci (Pd) in merito alla vicenda che ha portato all'esclusione di Matteo Renzi dai grandi elettori che concorreranno alla scelta del prossimo Presidente della Repubblica.

''Le primarie a Firenze come in tutta la regione - prosegue il parlamentare - hanno confermato che il vento e' cambiato. Coloro che continuano, telefonando o rispondendo al telefono, a somministrare vecchia politica, possono vincere qualche battaglia tra gli apparati, ma perderanno sempre di piu' il consenso dei cittadini''.

afe/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni