sabato 10 dicembre | 02:49
pubblicato il 18/apr/2013 13:39

Quirinale: in corso spoglio schede, in Transatlantico ancora incertezza

Quirinale: in corso spoglio schede, in Transatlantico ancora incertezza

(ASCA) - Roma, 18 apr - Mentre e' ancora in corso lo spoglio della prima votazione per l'elezione del presidente della Repubblica, in Transatlantico si fanno a oltranza previsioni sull'esito del voto. Ma nessuno si sbilancia, e' l'incertezza a prevalere.

Dice ad esempio Andrea Orlando, responsabile Giustizia del Pd: ''La maggioranza del nostro gruppo ha molti neoparlamentari eletti dopo il vaglio delle primarie. Tra ieri sera e questa mattina ognuno di noi e' stato bersagliato da sms e twitter perlopiu' contrari all'opzione Marini.

Quanti deputati li hanno fatti pesare nella loro scelta di voto?''. Franco Cassano, sociologo presso l'Universita' di Bari, alla prima legislatura alla Camera, fa vedere il suo tablet: ''Da ieri sera ho ricevuto centinaia di messaggi. Ne ho conservato oltre 200. Sono tutti contrari all'elezione di Marini''. Forse proprio per la grande incertezza che avvolge il voto dei parlamentari del Pd, Massimo D'Alema ha ritenuto di dover dichiarare: ''Capisco che si e' arrivati alla candidatura di Franco Marini in modo sofferto e con un metodo che ha potuto creare comprensibili turbamenti, ma ora dobbiamo valutare l'opportunita', per il Paese, di un candidato che deve essere eletto con un ampio consenso e che e' persona le cui qualita' politiche e morali non possono essere messe in discussione da nessuno''. Aggiunge l'ex premier: ''Sono persuaso che Marini potra' essere un buon presidente della Repubblica, anzitutto per la sua storia e la sua formazione di sindacalista e uomo politico, da sempre vicino alla gente semplice e al mondo del lavoro''. Queste parole suonano come appello ai dalemiani del Pd a votare Marini (molti si erano differenziati ieri sera dalla prooposta fatta da Bersani all'assemblea dei parlamentari del centrosinistra). Sul fronte del centrodestra sembrerebbe esserci totale compattezza perche' la strategia e' quella di scaricare tutte le contraddizioni sul centrosinistra. Dice Gianluca Pini, deputato romagnolo della Lega Nord: ''Noi abbiamo votato compattamente per Marini. Anche abbiamo chiarito al Pdl che la nostra lealta' arriva fino all'elezione di Marini. Non voteremo un eventuale governissimo''. L'incertezza domina percio' in Transatlantico. Marini puo' essere eletto o bocciato per una manciata di voti.

gar/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina