lunedì 27 febbraio | 12:45
pubblicato il 07/gen/2014 12:00

Prudenza dei medici per Bersani, ma migliora di ora in ora

Ieri in visita a Parma anche il segretario del Pd Matteo Renzi

Prudenza dei medici per Bersani, ma migliora di ora in ora

Parma, 7 gen. (askanews) - Pier Luigi Bersani, colpito da emorragia subarcnoidea domenica poco prima di pranzo, sta superando egregiamente la fase post operatoria, non è più sedato e parla, anche se solo per qualche minuto al giorno, con la moglie e le figlie. Il dottor Ermanno Giombelli che assieme al suo staff domenica sera ha eseguito uno degli interventi più complessi in neurochirurgia, continua ad essere prudente in attesa di sciogliere definitivamente la prognosi, ma all'ospedale Maggiore di Parma ora dopo ora si è sempre più ottimisti. Anche in casa Pd si comincia a tirare un sospiro di sollievo, come ha fatto capire ieri il segretario in serata dopo una breve visita ai familiari: "Ho portato l'abbraccio di tutta la comunità, siamo tutti con Bersani. Aspetto Pier Luigi per tornare a discutere, anche a litigare: l'importante che lui, che è bello tosto, sia riuscito a superare questa fase che è la più difficile". Il decorso post operatorio prosegue positivamente, tutti i controlli e i parametri vitali dell'ex ministro dello Sviluppo economico ai tempi di Prodi permangono "stabili e nella norma", come ha riferito il direttore generale dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Leonida Grisendi; tanto che già oggi si prevede la lettura di un unico bollettino da parte dei medici. Bersani "collabora" e, soprattutto, è "privo di deficit neurologici", anche se al momento rimane ricoverato in rianimazione. Quello che conta di più, per familiari e amici, è che l'ex segretario democratico possa riprendere al più presto l'umore e la tenacia di sempre. Il suo portavoce Stefano Di Traglia è ottimista: "Ha chiesto alla moglie di registrargli Juve-Roma e il giorno dopo si è assicurato che fosse stata registrata la partita". Decine le visite di amici e compagni di partito, dal sindaco di Firenze al dimissionario viceministro all'Economia Stefano Fassina, che ieri tra i corridoi dell'ospedale per poco non si sono incontrati. E' arrivato anche il presidente dell'assemblea nazionale Gianni Cuperlo e il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani. E numerosi anche i messaggi inviati alla famiglia Bersani, anche quello di Gianna Nannini, "vicina di casa" a Bettola, che per la scorsa campagna elettorale ha dedicato a Pier Luigi l'"inno".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: no polemiche, governo deve guidare l'Italia fino a elezioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Viticoltura vegan cresce: in 2016 +36% richieste certificazione
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech