domenica 04 dicembre | 11:44
pubblicato il 07/gen/2014 12:00

Prudenza dei medici per Bersani, ma migliora di ora in ora

Ieri in visita a Parma anche il segretario del Pd Matteo Renzi

Prudenza dei medici per Bersani, ma migliora di ora in ora

Parma, 7 gen. (askanews) - Pier Luigi Bersani, colpito da emorragia subarcnoidea domenica poco prima di pranzo, sta superando egregiamente la fase post operatoria, non è più sedato e parla, anche se solo per qualche minuto al giorno, con la moglie e le figlie. Il dottor Ermanno Giombelli che assieme al suo staff domenica sera ha eseguito uno degli interventi più complessi in neurochirurgia, continua ad essere prudente in attesa di sciogliere definitivamente la prognosi, ma all'ospedale Maggiore di Parma ora dopo ora si è sempre più ottimisti. Anche in casa Pd si comincia a tirare un sospiro di sollievo, come ha fatto capire ieri il segretario in serata dopo una breve visita ai familiari: "Ho portato l'abbraccio di tutta la comunità, siamo tutti con Bersani. Aspetto Pier Luigi per tornare a discutere, anche a litigare: l'importante che lui, che è bello tosto, sia riuscito a superare questa fase che è la più difficile". Il decorso post operatorio prosegue positivamente, tutti i controlli e i parametri vitali dell'ex ministro dello Sviluppo economico ai tempi di Prodi permangono "stabili e nella norma", come ha riferito il direttore generale dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Leonida Grisendi; tanto che già oggi si prevede la lettura di un unico bollettino da parte dei medici. Bersani "collabora" e, soprattutto, è "privo di deficit neurologici", anche se al momento rimane ricoverato in rianimazione. Quello che conta di più, per familiari e amici, è che l'ex segretario democratico possa riprendere al più presto l'umore e la tenacia di sempre. Il suo portavoce Stefano Di Traglia è ottimista: "Ha chiesto alla moglie di registrargli Juve-Roma e il giorno dopo si è assicurato che fosse stata registrata la partita". Decine le visite di amici e compagni di partito, dal sindaco di Firenze al dimissionario viceministro all'Economia Stefano Fassina, che ieri tra i corridoi dell'ospedale per poco non si sono incontrati. E' arrivato anche il presidente dell'assemblea nazionale Gianni Cuperlo e il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani. E numerosi anche i messaggi inviati alla famiglia Bersani, anche quello di Gianna Nannini, "vicina di casa" a Bettola, che per la scorsa campagna elettorale ha dedicato a Pier Luigi l'"inno".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum,voto cattolico plurale:da no Family day a sì gesuiti
Riforme
Vigilia del voto, Sì e No si accusano di violare il silenzio
Riforme
Referendum, quante volte è cambiata la Costituzione dal '48 a oggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari