venerdì 20 gennaio | 13:39
pubblicato il 07/gen/2014 12:00

Prudenza dei medici per Bersani, ma migliora di ora in ora

Ieri in visita a Parma anche il segretario del Pd Matteo Renzi

Prudenza dei medici per Bersani, ma migliora di ora in ora

Parma, 7 gen. (askanews) - Pier Luigi Bersani, colpito da emorragia subarcnoidea domenica poco prima di pranzo, sta superando egregiamente la fase post operatoria, non è più sedato e parla, anche se solo per qualche minuto al giorno, con la moglie e le figlie. Il dottor Ermanno Giombelli che assieme al suo staff domenica sera ha eseguito uno degli interventi più complessi in neurochirurgia, continua ad essere prudente in attesa di sciogliere definitivamente la prognosi, ma all'ospedale Maggiore di Parma ora dopo ora si è sempre più ottimisti. Anche in casa Pd si comincia a tirare un sospiro di sollievo, come ha fatto capire ieri il segretario in serata dopo una breve visita ai familiari: "Ho portato l'abbraccio di tutta la comunità, siamo tutti con Bersani. Aspetto Pier Luigi per tornare a discutere, anche a litigare: l'importante che lui, che è bello tosto, sia riuscito a superare questa fase che è la più difficile". Il decorso post operatorio prosegue positivamente, tutti i controlli e i parametri vitali dell'ex ministro dello Sviluppo economico ai tempi di Prodi permangono "stabili e nella norma", come ha riferito il direttore generale dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma Leonida Grisendi; tanto che già oggi si prevede la lettura di un unico bollettino da parte dei medici. Bersani "collabora" e, soprattutto, è "privo di deficit neurologici", anche se al momento rimane ricoverato in rianimazione. Quello che conta di più, per familiari e amici, è che l'ex segretario democratico possa riprendere al più presto l'umore e la tenacia di sempre. Il suo portavoce Stefano Di Traglia è ottimista: "Ha chiesto alla moglie di registrargli Juve-Roma e il giorno dopo si è assicurato che fosse stata registrata la partita". Decine le visite di amici e compagni di partito, dal sindaco di Firenze al dimissionario viceministro all'Economia Stefano Fassina, che ieri tra i corridoi dell'ospedale per poco non si sono incontrati. E' arrivato anche il presidente dell'assemblea nazionale Gianni Cuperlo e il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani. E numerosi anche i messaggi inviati alla famiglia Bersani, anche quello di Gianna Nannini, "vicina di casa" a Bettola, che per la scorsa campagna elettorale ha dedicato a Pier Luigi l'"inno".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Pd
Pd, correnti in tensione su voto subito e leadership Renzi
Terremoti
Gentiloni a Chigi, pre-Consiglio ministri su emergenze sisma-neve
Terremoto
M5s cancella mobilitazione giorno decisione Consulta su Italicum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Our Place in Space, in mostra l'Universo nelle immagini di Hubble
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale