martedì 28 febbraio | 03:07
pubblicato il 03/apr/2014 15:10

Province: Sereni(Pd), dopo anni inconcludenti comincia semplificazione

(ASCA) - Roma, 3 apr 2014 - ''Con l'approvazione definitiva della legge sulle Province e le citta' metropolitane comincia la semplificazione dell'assetto istituzionale italiano. Le nuove norme mettono in moto un processo che trovera' compiuta realizzazione con la riforma costituzionale e la riscrittura del Titolo V: un percorso che trasforma le Province in enti di secondo livello, che consente il commissariamento di quelle che avrebbero dovuto essere rinnovate alle prossime elezioni, che fa concretamente partire l'istituzione delle Citta' metropolitane''. Lo dice la deputata del Pd Marina Sereni, vice-presidente della Camera dopo l'approvazione in via definitiva del ddl Delrio.

''Dopo molti anni di dibattiti inconcludenti si realizza il primo tassello di un disegno riformatore piu' ampio - conclude - che mette al centro i cittadini e la necessita' di alleggerire la burocrazia, migliorare i servizi, usare meglio le risorse pubbliche''.

com-sgr/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech