martedì 17 gennaio | 04:21
pubblicato il 21/dic/2013 17:49

Province: Saitta (Upi), leso diritto voto. Pronti a ricorso

(ASCA) - Roma, 21 dic - ''La Legge di stabilita', vietando ai cittadini di votare chi li amministrera', lede il diritto di voto libero, segreto, e non limitabile, sancito dall'articolo 48 della Costituzione, che lo definisce anche un dovere civico. Contro la lesione di questo diritto inalienabile di cittadinanza, l'Upi presentera' ricorso e il primo, da privato cittadino, sara' il mio''. Lo dichiara in una nota il presidente dell'Upi, Antonio Saitta, a proposito delle norme previste dalla Legge di Stabilita' che impediscono le elezioni delle 52 Province i cui mandati scadranno nella primavera 2014 e delle 20 commissariate ormai dal 2012 .

''Il Parlamento - commenta Saitta - ha deciso di impedire libere elezioni e di non permettere ai cittadini di scegliere con il proprio voto chi dovra' essere ad amministrarli, sostituendo a tempo indefinito gli organi eletti con commissari nominati. Tanto piu' che non c'e' nessun risparmio dalla cancellazione delle elezioni delle Province visto che, svolgendosi insieme a quelle europee e comunali, la spesa per lo Stato sarebbe stata la stessa. E' un segnale gravissimo, contro cui ci opporremo in ogni modo. Ed e' del tutto incoerente che un Parlamento, da cui ogni giorno si levano grida, giustamente, di scandalo contro il 'porcellum' che non consente ai cittadini di scegliere chi eleggere, decide di sostituire la democrazia con i commissari''.

''Saro' io - aggiunge -, da privato cittadino a presentare il primo dei ricorsi perche' non posso accettare che chi mi governera', chi prendera' decisioni su come dovra' essere amministrato il territorio in cui vivo, sia stabilito attraverso scelte meramente spartitorie all'interno dei partiti politici. Una decisione, la mia, che non potra' essere strumentalizzata da nessuno, poiche' sono al termine del mio secondo mandato e quindi non ricandidabile. Il Governo e il Parlamento possono decidere di svuotare le Province di creare una miriade di nuovi enti, ma non possono impedirmi di scegliere con il voto libero chi mi amministrera'''.

com-drc/vlm/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Bersani: Renzi non ha capito lezione, così si sbatte di nuovo
Conti pubblici
Conti pubblici, blog Grillo: Gentiloni e Padoan si dimettano
Centrodestra
Salvini: se Berlusconi preferisce Renzi, meglio soli al voto
Conti pubblici
Ue sollecita manovra correttiva. Gentiloni vede Padoan
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello