martedì 06 dicembre | 19:10
pubblicato il 13/nov/2013 14:59

Province: Saitta, plebiscito comuni torinesi contro riforma Delrio

(ASCA) - Torino, 13 nov - Oltre 250, dei 315 sindaci della provincia di Torino, hanno manifestato la loro contrarieta' al ddl svuota province che a Torino prevede la costituzione della citta' metropolitana. ''Un plebiscito'', lo ha definito il presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta che anche come presidente dell'Upi e' stato in prima fila contro la riforma Delrio. Saitta ha reso noto questa mattina di aver mandato una mail ai sindaci della provincia manifestando le sue riserve sulla proposta del governo ''se anche voi la pensate cosi' - ha scritto Saitta - vedremo di farla modificare''. Tra mail di risposta e telefonate, in poche ore oltre l'80% dei comuni coinvolti, ha dato la sua adesione: ''C'e' uno spaccato dell'Italia - dice Saitta, che ha racolto le mail in un opuscolo - valutazioni precise, giudizi critici nei confronti del governo del ministro e dell'Anci'', aggiunge ricordando che il presidente Fassino aveva sostenuto che i sindaci erano d'accordo con la riforma. ''Si rompe un tabu' - dichiara Saitta: Non e' certo una questione personale nei confronti di Fassino - ha proseguito - ma spero che nella sua veste di presidente nazionale dell'Anci ne voglia tenere conto e spieghi finalmente al ministro Delrio che il governo su questo provvedimento non ha il consenso''. Le critiche di Saitta gia' manifestate in questi mesi, partono dal fatto che il sindaco della citta' capoluogo, viene nominato fino al 2017 sindaco della citta' metropolitana senza elezioni, avendo competenza su tutto il territorio provinciale. ''Un podesta''' lo ha gia' definito polemicamente Saitta, che rischia di ''indebolire ed emarginare non solo vallate e montagne, ma anche la conurbazione stessa di Torino''.

Saitta ha annunciato che le mail dei sindaci dissidenti verranno inviate al governo, alla commissione affari costituzionali, ai parlamentari della provincia ''per ricordare che questa e' la nostra realta'. Sappiamo che ci sono ordini di scuderia da parte dei partiti, ma dovranno decidere se e' quello l'interesse piu' forte oppure quelli delle comunita' locali . La manderemo anche al presidente dell'Anci - ha detto poi Saitta - rendendoci conto che questo puo' creare qualche problema, ma l'Anci non puo' essere soltanto l'associazione dei grandi comuni, e qui c'e' la dimostrazione''. Saitta ha ricordato che la Corte dei Conti in commissione affari costituzionali ha espresso perplessita' sui risparmi possibili della riforma. In appoggio a Saitta anche il presidente delle province piemontesi Massimo Nobili, presidente Pdl della provincia di Verbania, che ha annunciato che un'iniziativa simile di consultazione dei comuni sara' fatta in tutte le altre sette province piemontesi, cosi' come Saitta la proporra' in sede Upi. ''Sembra che questa proposta sia stata scritta dai grandi burocrati dello stato che non vogliono essere toccati - ha osservato Saitta - In quanto svuota un po' le province, ma non tocca gli organi periferici dello Stato''. Tra le modifiche richieste l'elezione diretta e la rappresentanza di tutti i comuni, non soltanto quelli sueriori a 15mla abitanti.

Saitta ha infine ricordato che la vera riforma su cui avevano gia'a' lavorato in passato le province era qulla indicata dal governo Monti per un accorpamento che in Piemonte avrebbe dimezzato gli enti da 8 a 4.

eg/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi vuole dalla direzione l'ok del Pd a elezioni anticipate
Governo
Alfano: pronostico elezioni anticipate a febbraio
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Udc esce da Ap di Alfano: nuovi gruppi contro voto anticipato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Veronafiere,Danese:con Vinitaly salto qualità nei paesi asiatici
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni