venerdì 09 dicembre | 07:28
pubblicato il 11/giu/2014 16:14

Province: Muraro (Upi), mancano i soldi per i servizi

Province: Muraro (Upi), mancano i soldi per i servizi

(ASCA) - Roma, 11 giu 2014 - ''Apprezziamo la disponibilita' mostrata dai sottosegretari Legnini e Baretta di avviare da subito una riflessione sulle ripercussioni che i tagli ai bilanci avranno sui servizi, a partire dalla messa in sicurezza delle strade e delle scuole e dagli interventi per il contrasto del dissesto idrogeologico. Ma deve essere chiaro che lo stato in cui versano i nostri bilanci dopo le tante manovre economiche rischia di compromettere l'attuazione della riforma delle Province''. Lo dichiara il Vice presidente dell'Upi, Leonardo Muraro, che intervenuto oggi all'incontro al Ministero dell'Economia insieme ad una delegazione dell'Ufficio di Presidenza Upi composta dai Presidenti Daniele Bosone di Pavia, Alessandro Pastacci di Mantova, Enrico Di Giuseppantonio di Chieti e Feliciano Polli di Chieti. Ai Sottosegretari la delegazione dell'Upi ha consegnato un report dettagliato dello stato di salute dei bilanci delle Province, da cui emerge che: due Province, Vibo Valentia e Biella sono in dissesto; 3 province hanno dovuto accedere ai piani di riequilibrio, Potenza per 4,5 milioni, Chieti per 10,3 milioni, Ascoli Piceno per 14 milioni; Imperia, con 6,6 milioni e Verbano-Cusio-Ossola, con 2,1 milioni sono in predissesto con istruttoria in corso in attesa di accedere al piano di riequilibrio; 11 Province hanno sforato il patto di stabilita', per un totale complessivo di 26 milioni; 15 province hanno dovuto ricorrere ad anticipazioni della Cassa Depositi e Prestiti per mancanza di liquidita', per complessivi 60 milioni. ''Servono interventi immediati - hanno detto i presidenti - perche' mandare in disseto un comparto dello Stato avra' ripercussioni pesanti sull'intero bilancio del Paese.

Ribadiamo poi che troviamo assurdo e ingiustificato l'avere escluso dall'operazione scuole del Governo i 5.000 edifici delle scuole superiori dove studiano 2 milioni e 500 mila ragazzi. Su questo chiediamo un intervento urgente per consentire anche a questi studenti l'opportunita' di potere accedere in scuole piu' moderne e sicure''. rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni