sabato 25 febbraio | 14:42
pubblicato il 05/lug/2013 11:28

Province: Brunetta, ha ragione Consulta. Non era riforma da decreto

(ASCA) - Roma, 5 lug - ''Lo stop all'abolizione delle province? Il decreto scritto da Monti era scritto male. Ma tra l'altro era scritto male da quegli stessi Consiglieri di Stato, che fanno i consiglieri dei ministri, e che poi magari vanno a fare i membri della Corte Costituzionale''. Cosi' Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Camera dei deputati, intervistato da ''Radio Anch'io'', su Radio Uno. ''La Corte Costituzionale - continua - ha ragione a dire che non si doveva fare una riforma di quel tipo per decreto legge, anche se la Corte dovrebbe bacchettare i propri stessi colleghi giuristi, che nei Ministeri fanno i capi di gabinetto o i capi degli uffici legislativi, che hanno scritto male quel decreto. Anche questa e' cattiva burocrazia'', conclude Brunetta. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Sinistra
Nasce il movimento degli ex Pd, primo nodo il rapporto col governo
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech