sabato 10 dicembre | 07:03
pubblicato il 05/lug/2013 11:28

Province: Brunetta, ha ragione Consulta. Non era riforma da decreto

(ASCA) - Roma, 5 lug - ''Lo stop all'abolizione delle province? Il decreto scritto da Monti era scritto male. Ma tra l'altro era scritto male da quegli stessi Consiglieri di Stato, che fanno i consiglieri dei ministri, e che poi magari vanno a fare i membri della Corte Costituzionale''. Cosi' Renato Brunetta, capogruppo del Pdl alla Camera dei deputati, intervistato da ''Radio Anch'io'', su Radio Uno. ''La Corte Costituzionale - continua - ha ragione a dire che non si doveva fare una riforma di quel tipo per decreto legge, anche se la Corte dovrebbe bacchettare i propri stessi colleghi giuristi, che nei Ministeri fanno i capi di gabinetto o i capi degli uffici legislativi, che hanno scritto male quel decreto. Anche questa e' cattiva burocrazia'', conclude Brunetta. com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina