venerdì 09 dicembre | 21:18
pubblicato il 12/dic/2013 15:18

Proteste/Torino: Fassino, non tollereremo altri sconvolgimenti

(ASCA) - Torino, 12 dic - La situazione e' in via di miglioramento, ''tutti i principali mercati hanno aperto, il Caat (centro di raccolta dell'ortofrutta, ndr) ha potuto operare normalmente, non si segnalano che blocchi stradali sporadici e di brevissima durata: la situazione si avvia verso la normalita', pur permanendo alcune criticita'''. Lo ha detto oggi il Sindaco di Torino Piero Fassino nelle comunicazioni all'assemblea comunale sulla protesta di questi giorni dei cosiddetti forconi. ''Abbiamo avuto a partire da lunedi' - ha detto Fassino - azioni di interruzione e di blocco della vita cittadina diffuse su tutto il territorio che si sono via via estese all'area metropolitana. La citta' e' stata sconvolta da blocchi stradali: trenta lunedi', circa quarantacinque martedi', ieri vi e' stata una prima diminuzione, oggi persistono qua e la fuochi di questo movimento, ma in una situazione che tende alla normalita'''.

I blocchi, ha proseguito il sindaco ''hanno interessato i principali assi di comunicazione della citta': tangenziali, grandi corsi, stazioni della metropolitana e stazioni ferroviarie e si sono concentrati soprattutto nella zona nord. A questi si sono aggiunti sporadici cortei. La nostra centrale operativa ha ricevuto un flusso costante di segnalazioni, oltre alle situazioni note, da parte dei cittadini: 1.300 lunedi', 1.400 il secondo giorno, 1.100 ieri''.

''Nel primo giorno - ha rdetto Fassino - si e' cercato di contenere queste manifestazioni, auspicando che cio' potesse indurre a una qualche ragionevolezza. Non essendosi manifestata alcuna ragionevolezza, da ieri l'azione di contrasto e' stata piu' ferma, producendo cosi' una riduzione dei blocchi e dello stato di paralisi della vita cittadina''.

''Si e' scelta una forma di contrasto molto netta - ha proseguito - che noi abbiamo condiviso e sostenuto''. Fassino ha anche voluto spiegare la fisionomia del fenomeno di questi giorni che ha detto ''affonda le sue radici in un disagio sociale figlio della crisi che produce in questo o quel settore non solo disagio, ma anche esasperazione''.

''E' un movimento composito di difficile catalogazione - ha osservato Fassino -. Ci sono nuclei di ambulanti non sindacalizzati. Questi nuclei non segnalano il loro disagio per la prima volta. Esso e' riconducibile principalmente all'attuazione della direttiva Bolkestein da un lato e all'introduzione della Tares dall'altro. Settori di lavoratori anch'essi esterni alle organizzazioni sindacali, in situazioni di difficolta', di disoccupazione o di cassa integrazione, gruppi di studenti, rifugiati stranieri, ricordo che sono quasi mille i rifugiati dell'emergenza Nord Africa che vivono nella nostra citta', soggetti a cui si sono mescolati gruppi del tutto lontani dalla politica come gli ultra' del calcio''. Si tratta ha ribadito di un movimento ''che non ha una piattaforma di rivendicazioni, non ha una leadership riconosciuta, un movimento carsico che compare e scompare, con cui gli strumenti classici di interlocuzione non appaiono idonei a stabilire forme di lettura e di relazione''. ''Cosi' come e' stato in questi giorni anche nei prossimi giorni - ha concluso Fassino - la nostra azione sara' volta a garantire la vita della citta' e non sara' tollerato alcun atto che la sconvolga. Per altro verso, poiche' sappiamo che queste manifestazioni affondano le loro ragioni in un disagio sociale che e' figlio della crisi, siamo sollecitati a fare quanto necessario per interloquire e individuare le forme, per le possibilita' che abbiamo, di dare delle risposte a questo disagi''.

eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina