sabato 21 gennaio | 19:30
pubblicato il 11/dic/2013 17:12

Proteste: Confcommercio, no alla violenza

(ASCA) - Roma, 11 dic - ''Le famiglie e le imprese sono stremate da una crisi che sembra non finire mai e i segnali di ripresa sono ancora debolissimi. Ma dare voce a questo dramma quotidiano con manifestazioni che portano al caos e' inaccettabile perche' l'esperazione, anche se comprensibile, non puo' prendere in alcun modo la via dell'intolleranza, delle minacce e della violenza''. Lo afferma in una nota il Presidente di Confcommercio-Imprese per l'Italia, Carlo Sangalli, sui forconi.

''Non e' accettabile soprattutto per le imprese, i lavoratori e le famiglie che vengono cosi' bloccati nelle proprie attivita' - aggiunge Sangalli -. Tutte le forme di protesta devono, pertanto, rimanere nell'alveo della legalita' e dell'ordine pubblico per non trasformare la terribile crisi economica in crisi sociale''.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Terremoti
Gentiloni: di fronte a terremoto Paese sia unito, non rissoso
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4