martedì 06 dicembre | 11:37
pubblicato il 21/gen/2015 17:33

Pronto l'esercito dei grandi elettori Regioni per il Quirinale

Lunedì Emilia completa puzzle.Frattura unico governatore assente

Pronto l'esercito dei grandi elettori Regioni per il Quirinale

Roma, 21 gen. (askanews) - E' praticamente pronta la lista dei 58 grandi elettori delle Regioni che andranno ad integrare il Parlamento riunito in seduta comune per l'elezione del successore di Giorgio Napolitano. I Consigli regionali hanno infatti provveduto ad eleggere i delegati (tre per diciannove Regioni ed uno solo per la Valle d'Aosta), rispettando sostanzialmente la prassi indicata dalla Conferenza delle assemblee legislative regionali con l'elezione dei presidenti della Giunta e del Consiglio regionale, e in rappresentanza delle forze di opposizione, il vice presidente del Consiglio regionale o il capogruppo di minoranza. All'elenco manca solo l'Emilia Romagna che ha deciso di convocare la seduta del Consiglio regionale il prossimo 26 gennaio.

L'unico governatore assente sarà il presidente della Regione Molise, Paolo di Laura Frattura. Saranno assenti anche i presidenti delle Province autonome di Trento e Bolzano, Ugo Rossi e Arno Kompatscher, dopo la decisione del Consiglio regionale del Trentino Alto Adige che raggruppa 70 consiglieri membri dei Consigli provinciali di Trento e Bolzano, che ha indicato i vertici dell'Assemblea.

I presidenti dei Consigli regionali faranno comunque il punto domani in una seduta della Conferenza delle Assemblee legislative regionali che si riunirà alle 12 a Roma.

ABRUZZO - Il presidente del Consiglio regionale Giuseppe Di Pangrazio, il presidente della Giunta Luciano D'Alfonso e il Vice Presidente del Consiglio Paolo Gatti sono i tre delegati della Regione Abruzzo. Di Pangrazio e D'Alfonso, in rappresentanza della maggioranza, hanno riportato 18 preferenze ciascuno. Paolo Gatti, proposto da Forza Italia per la minoranza, ha ottenuto 9 voti. Il Movimento 5 Stelle aveva proposto Sara Marcozzi, che ha ottenuto 5 preferenze. Un voto ciascuno, infine, per Gianni Chiodi (FI) e Leandro Bracco (M5S).

BASILICATA - Il presidente della Regione, Marcello Pittella, il presidente del Consiglio regionale, Piero Lacorazza e il consigliere regionale Francesco Mollica (Udc) sono i tre delegati della Basilicata per l'elezione del presidente della Repubblica. Nella prima votazione Pittella ha ottenuto 9 voti, Lacorazza 8, mentre 3 voti sono andati ai consiglieri Mollica e Castelluccio e 2 voti a Leggieri e Perrino del M5s. In base all'art. 93 del Regolamento, 'qualora più candidati abbiano conseguito eguale numero di voti si procede, se necessario, al ballottaggio fra essi. In caso di ulteriore parità risulta eletto il maggiore di età'. Si è quindi svolta una seconda votazione, nella quale Mollica e Castelluccio hanno ottenuto nuovamente 3 voti (10 le schede bianche). Mollica è risultato eletto in quanto maggiore di età.

CALABRIA - Il presidente della Regione Mario Oliverio e il presidente del Consiglio regionale Antonio Scalzo, del Pd, per la maggioranza di centrosinistra, e il consigliere regionale Nazzareno Salerno, di Forza Italia, per la minoranza, sono i tre grandi elettori indicati dal Consiglio regionale. Oliverio ha ottenuto 19 voti e Scalzo 18, mentre Salerno ne ha raccolti 10.

CAMPANIA - L'assemblea regionale ha designato i tre consiglieri che parteciperanno all'elezione del presidente della Repubblica: saranno il presidente della Giunta Stefano Caldoro (31 voti) il presidente del Consiglio Pietro Foglia (31 voti) e il capogruppo del Partito Democratico Raffaele Topo (23 voti). Hanno riportato voti anche il capogruppo di Forza Italia Gennaro Nocera (5 voti) e il consigliere di FI Luca Colasanto (1 voto).

FVG - Il presidente del Consiglio regionale Franco Iacop, la presidente della giunta regionale, Debora Serracchiani, l'ex presidente Renzo Tondo, con 13 voti: sono questi i tre delegati del Friuli Venezia Giulia.

LAZIO - Sono il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti , il presidente del Consiglio regionale del Lazio, Daniele Leodori e Gianluca Perilli del M5S i grandi elettori che saranno chiamati per la votazione del Presidente della Repubblica.

LIGURIA - Il Consiglio regionale ha eletto, a scrutinio segreto, il presidente della giunta Claudio Burlando, il presidente del Consiglio regionale Michele Boffa e Luigi Morgillo quali rappresentanti della Regione nell'elezione del nuovo presidente della Repubblica. Sul totale di 37 presenti Burlando e Boffa hanno ottenuto 20 voti ciascuno, Morgillo 15 voti, Marsella un voto. C'è stata, infine, una scheda bianca.

LOMBARDIA - I tre delegati del Consiglio regionale lombardo che parteciperanno all'elezione del presidente della Repubblica saranno il presidente della Regione Roberto Maroni (Lega Nord), il presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo (Ncd) e il segretario lombardo del Pd Alessandro Alfieri. I tre 'grandi elettori' sono stati nominati con voto segreto.

MARCHE - Il presidente della Regione Spacca, il consigliere Ricci ed il vicepresidente del Consiglio Bugaro parteciperanno all'elezione del presidente della Repubblica. Il primo ha ottenuto 11 voti, il secondo 14 ed il terzo ancora 11. Tre sono andati a Letizia Bellabarba e tre sono risultate le schede bianche, su un totale di 42 votanti.

MOLISE - I tre grandi elettori del Molise che parteciperanno all'elezione del presidente della Repubblica sono, per la maggioranza, i consiglieri del Pd Francesco Totaro e Domenico Di Nunzio, e per l'opposizione di centrodestra l'ex presidente della Regione Michele Iorio di Forza Italia.

PIEMONTE: Sergio Chiamparino, Mauro Laus e Gilberto Pichetto (per l'opposizione) sono stati delegati a rappresentare il Piemonte per l'elezione del presidente della Repubblica, a integrazione del Parlamento in seduta comune.

PUGLIA - Nichi Vendola, presidente della Regione e leader nazionale di Sel, Pino Romano, capogruppo del Pd e Roberto Ruocco, esponente di Forza Italia, sono i tre delegati per l'elezione del presidente della Repubblica eletti dal Consiglio regionale.

SARDEGNA - Il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau, della Regione Francesco Pigliaru e il capogruppo di Forza Italia Pietro Pittalis sono i tre delegati regionali per l'elezione del presidente della Repubblica. Il più votato è stato il presidente del Consiglio Gianfranco Ganau (38 voti). Francesco Pigliaru ha avuto 28 voti , Pietro Pittalis 25.

SICILIA - Saranno il presidente della Regione siciliana Rosario Crocetta, il presidente dell'Assemblea regionale siciliana Giovanni Ardizzone e il capogruppo di Forza Italia all'Ars Marco Falcone i tre delegati siciliani che dal 29 gennaio saranno chiamati a votare in Parlamento, in seduta comune, per l'elezione del nuovo presidente della Repubblica. Per il governatore siciliano, Sala d'Ercole ha espresso 37 voti. Ad Ardizzone invece sono andate 44 preferenze. Falcone, infine,ha raccolto 31 voti. Prima dei non eletti è stata la pentastellata Valentina Zafarana con 25 voti.

TOSCANA - Sono il presidente della regione Enrico Rossi, la renziana Lucia De Robertis, vicecapogruppo del Pd, e Stefania Fuscagni (Forza Italia) i tre grandi elettori scelti dal Consiglio regionale della Toscana per l'elezione del presidente della Repubblica. Il governatore ha ottenuto 24 voti, 23 De Robertis e 22 Fuscagni. Quattro voti per Marina Staccioli (Fdi) e uno per Daniela Lastri (Pd).

TRENTINO ALTO ADIGE - Saranno la presidente del Consiglio regionale Chiara Avanzo, il vicepresidente Thomas Widmann ed il consigliere Alessandro Urzí a rappresentare il Trentino-Alto Adige/Südtirol nell´elezione del presidente della Repubblica.

UMBRIA - Il Consiglio regionale dell'Umbria ha designato ha indicato quali grandi elettori in rappresentanza della Regione Umbria due esponenti della maggioranza ed uno dell'opposizione. Si tratta dei presidenti del Consiglio e della Giunta regionale, Eros Brega e Catiuscia Marini (Partito Democratico) e di Andrea Lignani Marchesani (Fratelli d'Italia).

VALLE D'AOSTA - Il Consiglio regionale ha nominato come grande elettore della Valle d'Aosta il presidente della Regione Augusto Rollandin. La Valle d'Aosta, oltre ai due parlamentari, partecipa alla votazione del presidente della Repubblica con un grande elettore.

VENETO - Il presidente della Giunta Luca Zaia, il presidente del Consiglio Clodovaldo Ruffato e il capogruppo del Pd Lucio Tiozzo sono i tre 'grandi elettori' del Veneto. L'assemblea legislativa del Veneto li ha eletti rispettivamente con 31 voti (Zaia e Ruffato) e 22 voti (Tiozzo) su 57 votanti. Il nome di Zaia è stato proposto dal capogruppo della Lega Federico Caner, quello di Ruffato dal consigliere decano Carlo Alberto Tesserin in alternativa a quello del capogruppo di Forza Italia per il Veneto Piergiorgio Cortelazzo, proposto da Dario Bond, che ha conseguito 14 voti. La candidatura di Tiozzo è stato avanzata dal vicepresidente Bonfante, in rappresentanza di tutte le opposizioni. Ha prevalso, quindi, la scelta di una rappresentanza istituzionale, in linea con i precedenti storici e le indicazioni date dalla Conferenza dei presidenti dei Consigli regionali.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Italicum a rischio, è già dibattito sulla nuova legge elettorale
Riforme
Dopo il voto Renzi dimissionario al Colle. Mattarella arbitro
Governo
M5S vuole il voto subito. Ma Di Maio premier non convince tutti
Governo
Stamattina colloquio informale Mattarella-Renzi al Quirinale
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Ecco la gastro-diplomazia: mangiare bene aiuta a conquistare mondo
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari