sabato 03 dicembre | 16:57
pubblicato il 23/ott/2014 14:08

Prodi: sanzioni danno per Ue e Russia, serve strategia concorde

"Per arrivare a eliminazione progressiva"

Prodi: sanzioni danno per Ue e Russia, serve strategia concorde

Verona, 23 ott. (askanews) - "Queste sanzioni stanno fortemente danneggiando l'economia di Europa e Russia. E' chiaro che non toccano gli Stati Uniti. D'accordo che le sanzioni sono un fatto materiale che vuole, pero', sottolineano dei problemi di principio".

Lo ha detto l'ex premier Romano Prodi, oggi presidente della Fondazione per la Collaborazione tra i Popoli, parlando delle sanzioni alla Russia a margine del Terzo Forum Euroasiatico che si e' aperto a Verona.

"Sarebbe bene riflettere - ha proseguito il Professore- profondamente e impostare una politica in cui il problema Ucraina viene affrontato in modo concorde e ne esca una strategia di eliminazione progressiva delle sanzioni', ha concluso.

Gli articoli più letti
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Referendum, Renzi: con Mattarella italiani sono in ottime mani
Riforme
Referendum, Grillo: se perdiamo contro il mondo va bene lo stesso
Riforme
Referendum, Berlusconi: con voto a matita possibili i brogli
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari