venerdì 24 febbraio | 13:53
pubblicato il 19/set/2014 15:17

*Procuratore Genova: Renzi padre?"nessuna giustizia a orologeria"

"Tempi atti di indagine sono quelli dettati dalla procedura" (ASCA) - Genova, 19 set 2014 - "Non mi danno fastidio le accuse di una giustizia ad orologeria, semplicemente perche' sono assolutamente false". Lo ha detto il procuratore capo di Genova, Michele Di Lecce, parlando con i giornalisti dell'indagine che ha coinvolto Tiziano Renzi, padre del presidente del Consiglio. "I tempi -ha spiegato Di Lecce- sono stati quelli dettati dalla procedura: dalla sentenza di fallimento, all'iscrizione nel registro degli indagati, alla richiesta di proroga. I tempi futuri saranno dettati dalle indagini". Il procuratore capo di Genova ha infine commentato alcuni articoli di stampa, secondo cui i magistrati terrebbero sotto scacco il premier: "Io -ha affermato- non tengo in ostaggio nessuno".

Fos

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Sinistra
Scotto: nuova forza di sinistra con ex Pd, con noi 17 ex Si
Ncd
Alfano: i moderati tornino uniti contro il populismo
Ue
Mattarella:Ue ha valore irreversibile, da crisi uscirà più forte
Pd
Nel Pd braccio di ferro su data primarie, Orlando in campo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech