lunedì 05 dicembre | 09:44
pubblicato il 19/set/2014 12:00

Procuratore Genova: Renzi padre?"nessuna giustizia a orologeria"

"Tempi atti di indagine sono quelli dettati dalla procedura"

Procuratore Genova: Renzi padre?"nessuna giustizia a orologeria"

Genova, 19 set. (askanews) - "Non mi danno fastidio le accuse di una giustizia ad orologeria, semplicemente perché sono assolutamente false". Lo ha detto il procuratore capo di Genova, Michele Di Lecce, parlando con i giornalisti dell'indagine che ha coinvolto Tiziano Renzi, padre del presidente del Consiglio. "I tempi -ha spiegato Di Lecce- sono stati quelli dettati dalla procedura: dalla sentenza di fallimento, all'iscrizione nel registro degli indagati, alla richiesta di proroga. I tempi futuri saranno dettati dalle indagini". Il procuratore capo di Genova ha infine commentato alcuni articoli di stampa, secondo cui i magistrati terrebbero sotto scacco il premier: "Io -ha affermato- non tengo in ostaggio nessuno".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari