lunedì 23 gennaio | 01:35
pubblicato il 09/ott/2013 15:22

Processo Condor: Pd parte civile contro vittime dittature America Latina

Processo Condor: Pd parte civile contro vittime dittature America Latina

(ASCA) - Roma, 9 ott - Il Pd si e' costituito parte civile insieme al ''Frente Amplio'' al processo Condor, che si aprira' domani a Roma, dopo oltre 10 anni di indagini. Alla sbarra 35 imputati accusati di avere torturato e ucciso 23 italiani in America Latina durante gli anni delle dittature militari, tra il 1973 e il 1978, nell'ambito dell'accordo di cooperazione nato tra i regimi di sette paesi e finalizzato a eliminare qualunque oppositore al regime (sindacalisti, intellettuali, studenti, operai ed esponenti di sinistra) o anche chi era raggiunto da un semplice sospetto.

Una decisione che il segretario del Partito democratico Guglielmo Epifani ha definito ''una battaglia per affermare il valore della democrazia. Caddero molti nostri concittadini - ha sottolineato nel corso di una conferenza stampa - e alla loro memoria e sacrificio e' dovuta l'iniziativa del Pd di assistere le famiglie'', perche' ''i diritti umani non sono divisibili: non c'e' un tempo che li cancella e non sono divisibili per territorio''. Anche il governo italiano si costituira' parte civile, ha ricordato il parlamentare eletto in America Meridionale Fabio Porta. ''E' la prima volta che accade nella storia repubblicana che un partito politico decida di partecipare a un processo penale costituendosi parte civile'', ha replicato Danilo Leva, responsabile giustizia del Pd. Che, secondo il responsabile esteri del partito Giacomo Filibeck, compie ''un gesto di alto valore simbolico, utile alla ricostruzione di una storia e dimostrare a livello internazionale che c'e' un nuovo soggetto, il Movimento dell'alleanza progressista, che si sta muovendo per la difesa dei diritti''. I 35 imputati di eta' compresa tra i 64 e i 92 anni che domani siederanno a giudizio dovranno difendersi dalle accuse di reati di strage, omicidio plurimo aggravato, sequestro di persona e altro. Il rinvio a giudizio e' stato firmato di recente dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo, dopo che l'inchiesta, originariamente rivolta a 140 persone, era stata chiusa nel novembre del 2010 per enormi problemi burocratici e per le decine di decessi degli stessi ex protagonisti del 'Piano Condor'.

Nell'elenco degli imputati 'eccellenti' figurano i nomi del generale Luis Gomez Arce, ex ministro dell'Interno boliviano, dell'ex capo della Dina (i servizi segreti cileni) Juan Manuel Contreras, del generale Francisco Morales Bermudez, per cinque anni Presidente del Peru', dell'ex premier peruviano Pedro Richter Prada, e, per quanto riguarda l'Uruguay, i nomi degli ex dittatori Juan Maria Bordaberry e Gregorio Conrado Alvarez Armellino e quello dell'ex ministro delle relazioni estere Juan Carlos Blanco. rba/uda

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Nato
Emiliano: Trump ignora la Nato? Potremmo rinegoziare trattati
Usa
Gentiloni: Trump? Collaboreremo ma abbiamo i nostri valori
Pd
Emiliano: se qualcuno apre il congresso mi candido segretario Pd
Governo
Gentiloni: D'Alema non aiuta la discussione, troppo polemico
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4