mercoledì 22 febbraio | 17:42
pubblicato il 31/mar/2011 17:21

Processo breve/ Slitta ma sul quando non c'è accordo, è bagarre

Pd:Arroganza sconfitta. Appello Casini a Alfano. Bossi:Accelerare

Processo breve/ Slitta ma sul quando non c'è accordo, è bagarre

Roma, 31 mar. (askanews) - Cinque giorni di quiete dopo la tempesta: è stato sospeso l'esame in Aula alla Camera del ddl sul processo breve, il provvedimento che abbrevia la prescrizione per gli incensurati cancellando il processo Mills che vede imputato il premier Silvio Berlusconi. Tuttavia, nonostante la proposta di rinvio, arrivata dal Pdl, sia stata approvata a larga maggioranza dall'Assemblea, non si è trovato in conferenza dei capigruppo un accordo sul calendario di martedì e il provvedimento tanto caro al Pdl è slittato momentaneamente in coda all'ordine del giorno, dopo il conflitto di attribuzione sul caso Ruby, la pdl sui piccoli Comuni, la legge Comunitaria, quella sulla contabilità. All'indomani della bagarre che ha visto protagonista il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, lo stop al ddl è arrivato dopo una mattinata movimentatissima di lanci di oggetti, e ancora insulti e proteste nell'Emiciclo. A farne le spese di nuovo il presidente della Camera, Gianfranco Fini, che si è visto arrivare in testa un giornale lanciato dai banchi della maggioranza per aver chiuso troppo in fretta - questo sostengono Pdl e Lega - la votazione che ha portato alla bocciatura del processo verbale della seduta di ieri. Una votazione chiesta dall'opposizione, non soddisfatta del resoconto della bagarre di ieri, una votazione che ha preso governo e maggioranza alla sprovvista perché si tratta di un documento che in genere si intende approvato se non ci sono contestazioni. A nulla è servita la repentina sospensione del Cdm e la corsa di parecchi ministri a Montecitorio per votare: Fitto, Brunetta, Prestigiacomo sono arrivati sul filo. Alfano pure ma non ce l'ha fatta a votare e come gesto di stizza ha lanciato la sua tessera all'indirizzo dei banchi di Pd e Idv. L'ha raccolta Antonio Di Pietro che ha chiesto che l'ufficio di presidenza sanzioni il comportamento del Guardasigilli. Quest'ultimo si è difeso sostenendo che il suo era un lancio in aria. L'altra 'vittima' dell'odierna bagarre di quella che il quotidiano Avvenire oggi ha definito l'arena Montecitorio, è stata Ileana Argentin, deputata disabile del Pd. Il suo assistente è stato attaccato dal deputato del Pdl Osvaldo Napoli per aver applaudito: "Ricordo all'Aula che io non posso muovere le mani - ha spiegato Argentin - io non strumentalizzo mai, se non posso applaudire con le mie mani, lo faccio con le mani di chiunque". La deputata del Pd ha incassato un applauso bipartisan e le scuse del leghista Massimo Polledri che aveva inizialmente condiviso l'atteggiamento di Napoli con un "Ha ragione" che ha provocato l'intervento di Fini: "Ma come si permette", ha detto il presidente della Camera invitandolo a scusarsi. La bagarre sul processo breve "era meglio non ci fosse stata. Non bisogna perdere tempo ma accelerare", ha detto il leader della Lega, Umberto Bossi, stigmatizzando il comportamento di La Russa: "I ministri fanno bene a stare zitti, quando parlano fanno il gioco dell'opposizione". La battaglia comunque è rinviata a martedì. Il leader Udc, Pier Ferdinando Casini, ha chiesto ad Alfano di togliere dal ddl sul processo breve la norma sulla prescrizione. Intanto per il Pd, il rinvio del provvedimento è "una sonora sconfitta dell'arroganza di questo governo e questa maggioranza".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Pd
Pd, Orfini: dopo Emiliano spero ci ripensino Rossi e Speranza
Pd
Speranza: Emiliano resta nel Partito di Renzi, noi no
Pd
Pd, Emiliano: non faccio a Renzi il favore della scissione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Spazio, astronauti italiani e cinesi lavoreranno fianco a fianco
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Transpotec e SaMoTer: alleanza Milano-Verona modello per il Paese