sabato 25 febbraio | 10:58
pubblicato il 15/mar/2011 20:22

Processo breve/ Pdl presenta modifica,via norma transitoria

Dubbi fra gli azzurri: "Legge non resti petizione di principio"

Processo breve/ Pdl presenta modifica,via norma transitoria

Roma, 15 mar. (askanews) - Dovrebbe essere "ripensato" o meglio "ridefinito", insomma quasi riscritto, come hanno annunciato in questi giorni alcuni esponenti del Pdl, ma per ora il processo breve perde solo il suo pezzo più discusso, quello etichettato come ammazza-processi dalle opposizioni: oggi infatti Maurizio Paniz (Pdl), relatore del provvedimento, ha presentato l'atteso emendamento che cancella la norma transitoria, che applica il principio della 'estinzione' per eccesso di durata anche ai processi già in corso all'entrata in vigore delle legge. "Per ora c'è solo quest'emendamento", ha spiegato Paniz. Sul resto "ascolterò le proposte degli altri e vedremo se si può arrivare a un testo condiviso", ha aggiunto. Resta però da vedere quale sia la strategia del Pdl su una riforma, quella sulla 'ragionevole durata dei processi', sulla quale ha sostenuto un lungo scontro politico nel corso dell'esame al Senato. Senza la norma transitoria il provvedimento non avrà effetti sui processi nei quali è imputato il presidente del Consiglio, e i dubbi sulla rotta, apparentemente più prudente, scelta dal ponte di comando politico-legale del Pdl si diffondono. Lontano dai microfoni, un deputato azzurro ha spiegato che si è "preso atto" del no del Quirinale su un intervento legislativo così diretto. L'articolo 5, che fissa l'estinzione dei processi, "potrebbe essere ripensato", ha aggiunto, ma senza precisare come. Se non sarà l'estinzione, che tipo di sanzione ci sarà per i processi troppo lunghi? Senza sanzioni, è il timore diffuso nel Pdl, "resterebbe in piedi solo una petizione di principio". Mentre il Governo è impegnato nell'offensiva sulla giustizia con la riforma costituzionale ma anche con gli annunciati investimenti per la digitalizzazione del processo (e stasera il guardasigilli Angelino Alfano si scontrerà in tv, a Ballarò, con il presidente dell'Anm Luca Palamara), il Pdl coltiva più che altro incertezze. E per ora nessuno ha notizia nemmeno della riunione della consulta giustizia che avrebbe dovuto essere dedicata al tema delle intercettazioni: se ne parlerà, dicono, forse "tra due settimane".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Governo
Guerini: assurdo legare data primarie Pd a elezioni politiche
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech