mercoledì 18 gennaio | 15:28
pubblicato il 13/apr/2011 21:55

Processo breve/ Nuovo scontro Pdl-Bindi in Aula alla Camera

La Vicepresidente sotto accusa per aver urlato P2 a Cicchitto

Processo breve/ Nuovo scontro Pdl-Bindi in Aula alla Camera

Roma, 13 apr. (askanews) - Nuovo scontro tra il Pdl e il vicepresidente della Camera Rosy Bindi in Aula dopo l'approvazione del ddl sulla prescrizione breve: la democratica ha protestato insieme a tutto il suo gruppo al grido di "P2, P2" contro il presidente dei deputati del Pdl, Fabrizio Cicchitto, che nel corso delle dichiarazioni di voto aveva detto: "Non ci faremo processare nelle piazze". La protesta di Bindi è stata immediatamente stigmatizzata dal deputato del Pdl Francesco Sisto: "Abbiamo assistito in quest'Aula ad un episodio sgradevolissimo - ha detto prendendo la parola proprio mentre a presiedere l'Assemblea era Bindi - dai banchi dell'opposizione molti deputati hanno gridato P2 a Cicchitto e fra questi c'era il vicepresidente della Camera. Non basta essere terzi. Se non si dà l'esempio di terzietà, sobrietà e rispetto è difficile pretenderlo dagli altri". Bindi si è difesa spiegando: "Avrei preferito svolgere il mio intervento a titolo personale dal mio posto di deputato ma non siamo riusciti a trovare nessun vicepresidente che potesse sostituirmi. Può anche darsi che non si debba gridare quando si siede in Parlamento ma questo avviene per fare un po' di dialettica parlamentare: Leggo su wikipedia alla voce Fabrizio Cicchitto che è stato iscritto alla loggia massonica P2. Quindi ho gridato la verità: una verità accertata da una commissione d'inchiesta e ho ritenuto giusto gridare la verità perché credo anche io che in quest'aula nessuno può permettersi si strumentalizzare le parole di Moro ("Non ci lasceremo processare nelle piazze"), persona che aveva la dignità per poterle pronunciare e il suo martirio è la prova della sua dignità. Ritengo che nessuno se ne possa appropriare tanto più se nel 1980 si è iscritto alla P2". All'attacco di Bindi è intervenuto anche il ministro degli Affari Regionali, Raffaele Fitto: "E' gravissimo - ha detto in Aula - che anziché dire le cose che legittimamente potrebbe dire dai banchi del suo gruppo le abbia dette seduta al banco della presidenza: questo conferma la sua valutazione rispetto a quel ruolo che tutto è fuorché terzietà".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Nasce Sharing Rousseau, Di Maio: "Intelligenza collettiva M5s"
Ue
Presidenza Europarlamento: al ballottaggio Tajani e Pittella
Ue
Gentiloni vola da Merkel, sul tavolo conti pubblici e caso Fca
Terremoti
Terremoto, Boschi segue situazione. In contatto con Curcio e Errani
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa