martedì 28 febbraio | 03:08
pubblicato il 05/apr/2011 16:32

Processo breve/ Maggioranza punta a esame in Aula entro giovedì

Prima ok piccoli comuni, Comunitaria verso ritorno in commissione

Processo breve/ Maggioranza punta a esame in Aula entro giovedì

Roma, 5 apr. (askanews) - Il processo breve dovrebbe tornare a essere discusso in Aula alla Camera domani sera, al più tardi giovedì. Secondo la tabella di marcia messa a punto nel corso del vertice a Palazzo Grazioli, riferiscono fonti di governo, la maggioranza avrebbe deciso di completare l'esame del provvedimento sui piccoli comuni, decidendo poi di rimandare in commissione la legge Comunitaria (che contiene la contestata norma sulla responsabilità civile dei giudici), per passare quindi alla discussione sul processo breve. La tabella prevede che si inizi a discutere del testo al massimo entro giovedì mattina. L'Aula della Camera, in questo modo, non arriverebbe all'approvazione entro questa settimana, ma accelererebbe comunque i tempi in visto di un'approvazione la prossima settimana.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrodestra
Zaia a Berlusconi: io candidato premier? E' una manfrina
Centrodestra
Salvini gela Berlusconi: no a Zaia leader e a doppia moneta
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Pd, D'Alema: attacchi Renzi? Non vorrei alimentare ossessioni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech