domenica 11 dicembre | 02:08
pubblicato il 30/mar/2011 18:38

Processo breve/ Maggioranza accelera, scontro in aula e in piazza

Alfano: Indignazione programmata. Contestato La Russa

Processo breve/ Maggioranza accelera, scontro in aula e in piazza

Roma, 30 mar. (askanews) - E' sempre la giustizia la miccia che accende le polveri dello scontro tra maggioranza e opposizione. Oggi nell'aula della Camera il centrodestra ha imposto, per 15 voti di differenza, l'inversione dell'ordine del giorno per discutere subito il ddl sul processo breve, che contiene la norma sulla 'prescrizione breve' per gli incensurati. Norma che secondo le opposizioni serve a impedire la condanna di Silvio Berlusconi, accusato di corruzione nel processo Mills. "Vergogna", hanno tuonato i rappresentanti delle opposizioni: da Dario Franceschini (Pd) a Pier Ferdinando Casini (Udc). Assente il leader dell'Idv Antonio Di Pietro, per un impegno processuale. Se il provvedimento sarà approvato, ha ammonito Franceschini, "in migliaia di processi si rischierà la prescrizione, processi per violenza carnale, di rapina, di furti: un imputato per violenza carnale, se è incensurato, avrà la prescrizione breve grazie alla vostra norma". Più tardi il leader del Pd Pier Luigi Bersani ha rincarato la dose, mettendo nel mirino la Lega: "Andremo al Nord - ha detto - a mettere i manifesti sulla 'Padania breve'". Proteste che il Governo ha liquidato con uno sprezzante giudizio del ministro della Giustizia Angelino Alfano: "Indignazione programmata", ha commentato. "Se non avessimo fatto l'inversione dell'ordine del giorno sul processo breve ci sarebbe stata la legge comunitaria con la responsabilità civile dei magistrati e avrebbero protestato comunque". Nel pomeriggio la protesta si è spostata in piazza. L'annunciato presidio a Montecitorio, di fronte alla camera, del Pd e delle altre opposizioni, parlamentari e non (Popolo viola compreso) si è trasformato in una dura contestazione all'indirizzo del Governo e del ministro della Difesa Ignazio La Russa. Violando i confini fissati dalle transenne, i contestatori lo hanno inseguito al grido di "ladri, ladri", e "fascista, fascista", gli hanno tirato delle monetine, a fatica contenuti dal presidio delle forze dell'ordine. Poi hanno intonato 'Fratelli d'Italia', colonna sonora ormai ricorrente delle manifestazioni antigovernative.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Di Battista:risponderemo a colpi piazza a tentativo fermare M5s
Governo
Di Maio: no a Gentiloni o altro Avatar per salvare la banca Pd
Governo
Renzi al Pd esclude restare,Gentiloni tiene ma partita non chiusa
Governo
Speranza al Pd: indispensabile una scelta di discontinuità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina