domenica 22 gennaio | 10:07
pubblicato il 12/mar/2014 12:00

Processo Berlusconi su compravendita senatori resta a Napoli

Respinta dal Tribunale la richiesta dei difensori dell'ex premier

Processo Berlusconi su compravendita senatori resta a Napoli

Roma, 12 mar. (askanews) - Resta a Napoli il processo sulla presunta compravendita di senatori che vede imputati l'ex premier Silvio Berlusconi e l'ex direttore de L'Avanti Valter Lavitola. A deciderlo il collegio C della prima sezione penale del Tribunale partenopeo che ha rigettato la richiesta avanzata dai difensori del Cavaliere. I legali del leader di Forza Italia, Michele Cerabona e Niccolò Ghedini, avevano chiesto nell'ultima udienza del 26 febbraio scorso che il procedimento penale fosse spostato nella capitale per competenza territoriale. La presunta corruzione di Sergio De Gregorio, infatti, all'epoca dei fatti senatore dell'Italia dei valori, sarebbe avvenuta a Roma.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Guerini: Bene Prodi. Ora il Mattarellum, è lo strumento migliore
Parma
Pizzarotti: mi ricandido, non lascio un buon lavoro a metà
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4