lunedì 27 febbraio | 07:43
pubblicato il 12/mar/2014 12:00

Processo Berlusconi su compravendita senatori resta a Napoli

Respinta dal Tribunale la richiesta dei difensori dell'ex premier

Processo Berlusconi su compravendita senatori resta a Napoli

Roma, 12 mar. (askanews) - Resta a Napoli il processo sulla presunta compravendita di senatori che vede imputati l'ex premier Silvio Berlusconi e l'ex direttore de L'Avanti Valter Lavitola. A deciderlo il collegio C della prima sezione penale del Tribunale partenopeo che ha rigettato la richiesta avanzata dai difensori del Cavaliere. I legali del leader di Forza Italia, Michele Cerabona e Niccolò Ghedini, avevano chiesto nell'ultima udienza del 26 febbraio scorso che il procedimento penale fosse spostato nella capitale per competenza territoriale. La presunta corruzione di Sergio De Gregorio, infatti, all'epoca dei fatti senatore dell'Italia dei valori, sarebbe avvenuta a Roma.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech