sabato 25 febbraio | 11:31
pubblicato il 02/ago/2013 14:01

Privacy: ok Garante a linee indirizzo su diritti donatrici latte umano

Privacy: ok Garante a linee indirizzo su diritti donatrici latte umano

(ASCA) - Roma, 2 ago - Il Garante della Privacy ha dato parere favorevole allo schema di Linee di indirizzo nazionale per l'organizzazione e la gestione delle banche dati del latte umano, donato nell'ambito della protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno. Tale provvedimento, sottoposto all'Autorita' dal Ministero della Salute, e' volto - spiega la newsletter del Garante - a definire criteri uniformi per la costituzione ed organizzazione del servizio di raccolta, stoccaggio, controllo e distribuzione del latte, e fissa i requisiti essenziali e gli indicatori di qualita' ed efficienza degli stessi. Il parere favorevole del Garante e' stato reso su una versione aggiornata dello schema di Linee di Indirizzo che tiene conto degli approfondimenti e delle indicazioni suggerite dall'Autorita' ai competenti uffici del Ministero.

Tali osservazioni hanno riguardato l'individuazione dei soggetti che possono accedere ai dati; la definizione delle finalita' perseguite dal registro delle donatrici; la tipologia dei dati sanitari raccolti e le misure di sicurezza. Il tempo di conservazione dei dati e' stato inoltre limitato al periodo di utilizzabilita' del latte prelevato, prevedendo che esso non debba comunque superare i 12 mesi dalla donazione. Nel testo esaminato dall'Autorita' e' stato stabilito, inoltre, che le informazioni personali raccolte nei registri non siano direttamente identificative delle donatrici, ma siano attinenti ai soli dati clinici, anamnestici e relativi ai risultati infettivologici indispensabili per garantire la sicurezza della somministrazione del latte. Tali informazioni devono essere raccolte solo dopo che la donatrice abbia fornito il proprio consenso al trattamento dei dati e che sia stata adeguatamente informata rispetto alle finalita' perseguite e sui diritti che puo' esercitare.

Nello schema si precisa, infine, che l'informativa fornita alla donatrice deve evidenziare che il consenso al trattamento dei dati per la ricerca scientifica deve essere manifestato in modo specifico e distinto, rispettando la facolta' dell'interessata di aderire o meno alla ricerca.

com-stt/lus/rl

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Centrosinistra
D'Alema: con Orlando segretario Pd si riaprirebbe dialogo
Campidoglio
Grillo: forza Virginia, giornalisti rispettino privacy Raggi
Pd
Pd, commissione unanime: primarie 30 aprile. Renziani: via alibi
Aborto
Aborto, Bindi: bene Zingaretti, se Lorenzin non d'accordo lasci
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech