venerdì 09 dicembre | 19:18
pubblicato il 27/set/2013 12:58

Privacy: Garanti del mondo varano piano per educazione digitale

(ASCA) - Roma, 27 set - I Garanti del mondo varano un piano per l'educazione digitale. Si e' conclusa ieri, con l'adozione di ben otto Risoluzioni, la 35ma Conferenza internazionale sulla privacy che ha visto riunite a Varsavia le Autorita' garanti per la protezione dei dati di tutto il mondo. Particolare interesse riveste la Risoluzione, sostenuta con forza dal Garante italiano, con la quale la Conferenza ha adottato un programma comune che impegna i governi a promuovere l'educazione digitale di tutti i cittadini, senza distinzione di eta', esperienza o ruolo rivestito. Il programma fissa cinque principi: assicurare una protezione particolare ai minori nel mondo digitale; garantire una formazione permanente sulla tecnologia digitale; raggiungere un giusto equilibrio tra opportunita' e rischi presenti nella tecnologia digitale; promuovere il rispetto degli utenti; diffondere un pensiero critico sull'uso delle nuove tecnologie. A sostegno di questi principi i Garanti dei diversi continenti hanno individuato anche quattro obiettivi operativi : promuovere, nell'ambito dei programmi di alfabetizzazione digitale, una educazione sulla privacy; giocare un ruolo nella ''formazione dei formatori'' in materia di protezione dei dati personali; sviluppare settori particolarmente innovativi, specialmente nel campo della ''privacy by design''; formulare raccomandazioni e buone pratiche sull'uso delle nuove tecnologie a favore di genitori, insegnanti, minori, aziende.

Le altre Risoluzioni hanno riguardato una serie di importanti questioni: la necessita' che imprese e governi assicurino la massima trasparenza nel trattamento dei dati dei cittadini; l'esigenza che l'attivita' di profilazione si basi su una preliminare valutazione di impatto-privacy, garantisca trasparenza agli interessati e ponga particolare attenzione alla tutela dei minori; l'attenzione da porre ai rischi legati piu' in generale al ricorso crescente al tracciamento della navigazione sul web (web tracking), che deve essere reso piu' trasparente ed ispirarsi ai principi detti di ''privacy by design''; l'obiettivo di pervenire ad un maggiore coordinamento tre le Autorita' per aumentare l'efficacia delle attivita' di enforcement; la necessita' di adottare un piano strategico di azione per il bienni 2014-2015 finalizzato innanzitutto alla creazione di una rete globale di regolatori; la necessita' di un accordo internazionale vincolante che salvaguardi i diritti umani attraverso un corretto equilibrio tra sicurezza, interessi economici e liberta' di espressione. La Conferenza ha anche adottato una dichiarazione sui rischi e le sfide posti dal crescente uso delle app tanto da permettere di parlare di una vera e propria ''appificazione'' della societa'.

res/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Governo
Emiliano: Renzi si dimetta anche da segretario del Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina