venerdì 20 gennaio | 07:43
pubblicato il 11/giu/2013 12:06

Privacy: Boldrini, grazie a Costituzione e leggi possiamo tutelarci

Privacy: Boldrini, grazie a Costituzione e leggi possiamo tutelarci

(ASCA) - Roma, 11 giu - La protezione dei dati personali ''e' divenuto uno degli argomenti cruciali dell'epoca moderna'' ed ha generato, nel nostro Paese ma non solo, studi, ricerche, iniziative legislative sull'atto ''ormai entrato tra le attivita' quotidiane di ognuno di noi'', cioe' ''concedere o meno l'autorizzazione all'uso dei propri dati personali''. Un lavoro che ''ha avuto la possibilita' di fondarsi su una Carta costituzionale che, benche' redatta in tutt'altra epoca, prevede in modo anche in questo caso lungimirante la tutela della riservatezza del domicilio e della corrispondenza''. Lo afferma la Presidente della Camera Laura Boldrini intervenendo alla presentazione della relazione annuale sull'attivita' del Garante per la protezione dei dati personali.

Nel momento in cui Facebook ''festeggia il miliardo di 'amici' - nota Boldrini - ciascuno di noi ha bisogno di sapere che fine facciano e come vengano conservate le tracce che lasciamo sul web, nell'uso delle carte di credito, passando davanti alle telecamere di sicurezza disseminate lungo le strade delle nostre citta'''. La presidente della Camera non ha dubbi, ''chi raccoglie dati su persone ignare di quella raccolta gode di una rendita informativa e di un potere che limita la liberta' dei piu' deboli. Ma - continua Boldrini - grazie alla legislazione italiana dell'ultimo scorcio del XX secolo, non simo piu' disarmati dinanzi alle banche dati di grandi burocrazie pubbliche, di file delle imprese commerciali e alle schedature di qualche personaggio disinvolto''. Questa protezione, aggiunge, ''e' ulteriormente rafforzata dalla Carta di Nizza del 2000 - la Carta dei diritti fondamantali dell'Unione europea - che anch'essa riconosce il diritto alla vita privata e famigliare e alla protezione dei dati personali''.

In questa chiave, rileva Boldrini, si colloca l'istituzione del Garante dei dati personali, che ''ha grandemente contribuito a sensibilizzare amministrazioni pubbliche e operatori privati sull'importanza di lasciare la scelta e il consenso sul trattamento dei dati alla persona stessa''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
D'Alema: con Renzi non vinceremo mai, leader e premier nuovi
Terremoti
Terremoto, Salvini: il trombato Errani commissario è demenziale
Terremoti
Blog Grillo: col cuore in Abruzzo. E' il momento di essere uniti
Terremoti
Terremoto, Gentiloni presiede a Rieti vertice Protezione Civile
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale