giovedì 08 dicembre | 17:13
pubblicato il 11/giu/2013 12:06

Privacy: Boldrini, grazie a Costituzione e leggi possiamo tutelarci

Privacy: Boldrini, grazie a Costituzione e leggi possiamo tutelarci

(ASCA) - Roma, 11 giu - La protezione dei dati personali ''e' divenuto uno degli argomenti cruciali dell'epoca moderna'' ed ha generato, nel nostro Paese ma non solo, studi, ricerche, iniziative legislative sull'atto ''ormai entrato tra le attivita' quotidiane di ognuno di noi'', cioe' ''concedere o meno l'autorizzazione all'uso dei propri dati personali''. Un lavoro che ''ha avuto la possibilita' di fondarsi su una Carta costituzionale che, benche' redatta in tutt'altra epoca, prevede in modo anche in questo caso lungimirante la tutela della riservatezza del domicilio e della corrispondenza''. Lo afferma la Presidente della Camera Laura Boldrini intervenendo alla presentazione della relazione annuale sull'attivita' del Garante per la protezione dei dati personali.

Nel momento in cui Facebook ''festeggia il miliardo di 'amici' - nota Boldrini - ciascuno di noi ha bisogno di sapere che fine facciano e come vengano conservate le tracce che lasciamo sul web, nell'uso delle carte di credito, passando davanti alle telecamere di sicurezza disseminate lungo le strade delle nostre citta'''. La presidente della Camera non ha dubbi, ''chi raccoglie dati su persone ignare di quella raccolta gode di una rendita informativa e di un potere che limita la liberta' dei piu' deboli. Ma - continua Boldrini - grazie alla legislazione italiana dell'ultimo scorcio del XX secolo, non simo piu' disarmati dinanzi alle banche dati di grandi burocrazie pubbliche, di file delle imprese commerciali e alle schedature di qualche personaggio disinvolto''. Questa protezione, aggiunge, ''e' ulteriormente rafforzata dalla Carta di Nizza del 2000 - la Carta dei diritti fondamantali dell'Unione europea - che anch'essa riconosce il diritto alla vita privata e famigliare e alla protezione dei dati personali''.

In questa chiave, rileva Boldrini, si colloca l'istituzione del Garante dei dati personali, che ''ha grandemente contribuito a sensibilizzare amministrazioni pubbliche e operatori privati sull'importanza di lasciare la scelta e il consenso sul trattamento dei dati alla persona stessa''.

fdv

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Consultazioni Mattarella fino a sabato, chiudono Fi M5s e Pd
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Renzi: chi non vuole voto sostenga governo o urne dopo Consulta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni