martedì 21 febbraio | 22:14
pubblicato il 29/lug/2014 12:00

Primo voto segreto su riforme, è scontro in aula al Senato

Su emendamento per riduzione parlamentari insieme a parità genere

Primo voto segreto su riforme, è scontro in aula al Senato

Roma, 29 lug. (askanews) - Primo voto segreto al Senato sulle riforme e iniziano le fibrillazioni. La senatrice del Pd Rita Ghedini ha chiesto la votazione per parti separate dell'emendamento presentato da Loredana De Petris che propone tra l'altro la riduzione del numero dei parlamentari insieme all'equilibrio di genere e ala rappresentanza delle minoranze linguistiche. Punto sul quale è stato presentato anche un emendamento del Pd che ha avuto l'ok dei relatori. Alla richiesta si è associata la relatrice Anna Finocchiaro e il capogruppo di Ncd, Maurizio Sacconi. "Evitiamo forzature inappropriate - ha protestato De Petris -. Non si affrontano i nodi politici cercando di coartare la volontà dei senatori impedendogli con un trucco la posibilità di potersi esprimere liberamente, non possiamo tollerare che si inverta l'ordine degli emendamenti per impedire ai senatori di esprimersi".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd nomina commissione congresso, Emiliano si candida a primarie
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Consip
Di Maio: Renzi vuoti il sacco su donazione da Alfredo Romeo
Campidoglio
Grillo: ammetto le colpe a Roma, ma andiamo avanti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia