martedì 21 febbraio | 15:51
pubblicato il 02/lug/2013 13:42

Primavera araba: Boldrini, racconto verita' e' sola via per la pace

Primavera araba: Boldrini, racconto verita' e' sola via per la pace

(ASCA) - Roma, 2 lug - ''La parola e il racconto, sia pur dolorosi, possono pero' contribuire a incamminarsi di nuovo verso il futuro. Cio' vale per gli individui, ma vale anche per le societa'. E' solo attraverso il racconto della verita' che una comunita' puo' trovare giustizia e pace, che una popolazione lacerata da un conflitto tra fratelli puo' sperare di giungere alla riconciliazione, premessa indispensabile per la costruzione di societa' democratiche''.

E' quanto dichiara la presidente della Camera, Laura Boldrini, intervenendo al convegno 'La verita' necessaria. I processi di riconciliazione nei paesi delle Primavere arabe', che si svolge a Montecitorio presso la Sala del Mappamondo.

''Scopo di questa iniziativa, dunque, e' andare oltre la mera denuncia di cio' che e' accaduto - e di cio' che in alcuni casi accade tuttora - nei Paesi che hanno vissuto la cosiddetta Primavere araba e che sono in transizione verso la democrazia o dove la guerra continua ancora oggi a mietere centinaia di vittime. I relatori, che da tali Paesi provengono o di cui sono attenti conoscitori, non si limiteranno a descrivere come il corpo - delle donne, in primis, ma anche degli uomini - possa essere utilizzato per umiliare chi si oppone ad un regime o chi rivendica il diritto di scendere in piazza per la democrazia e per il riconoscimento della liberta' e dei diritti delle donne. Oggi - sottiolinea Boldrini - si parlera' anche di come la verita' sia un potente mezzo per proteggere chi ha il coraggio di parlare, tutelando cosi' la singola vittima e, attraverso l'operato della giustizia, agendo per far si' che tali violenze non si ripetano piu' e che chi le ha commesse non rimanga impunito''.

"Lo stigma ed il silenzio che ne consegue perpetuano la vergogna provata da chi ha subi'to tali violenze. Il riconoscimento - pubblico ed ufficiale - delle vittime, invece, le rende figure eroiche, quali dovrebbero essere e di fatto sono. Oggi si parlera', tra l'altro, di una proposta di legge libica che intende equiparare le vittime delle violenze sessuali avvenute durante il conflitto del 2011, nonche' le vittime degli abusi perpetrati in maniera sistematica durante gli anni del regime di Gheddafi, alle vittime di guerra, risarcendole per quanto subito e fornendo loro assistenza.

Si tratta - puntualizza la presidente della Camera - di un'iniziativa che auspico venga approvata, cosi' da diventare anche un esempio a livello internazionale, dimostrando come - nonostante gli ostacoli, le difficolta' e le battute d'arresto - nei Paesi della Primavera araba si possa percorrere il cammino che conduce ad una riconciliazione vera, duratura e sostenibile''.

red/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia