sabato 21 gennaio | 10:29
pubblicato il 19/ott/2012 22:02

Primarie/ Algebris:paghiamo tasse in Inghilterra non alle Cayman

Precisazione della società di Davide Serra

Primarie/ Algebris:paghiamo tasse in Inghilterra non alle Cayman

Roma, 19 ott. (askanews) - Quasi tutte le tasse le paghiamo in Inghilterra, non alle cayman, dove risulta 'domiciliato' fiscalmente solo un fondo d'investimento. E' questa la sostanza di una precisazione della società di gestione Algebris, tirata in ballo nella polemica politica per una cena elettorale organizzata con il candidato alle primarie del centrosinistra Matteo Renzi. In seguito agli articoli e ai commenti comparsi nelle ultime ore a proposito di "Algebris e società nelle Cayman" Algebris ha precisato in un comunicato: "Il settore dei fondi di investimento è vigilato e paga le tasse nei Paesi in cui sono residenti le società di gestione, i gestori e gli investitori. Algebris Investments è una società di gestione con sede in Inghilterra e paga le tasse in Inghilterra. I suoi gestori e partner pagano le tasse in Inghilterra. La società di gestione Algebris Investments - si legge ancora nella nota - gestisce una serie di fondi, domiciliati nelle più comuni giurisdizioni, tra i quali un fondo Cayman, che quindi non è una holding company come erroneamente riportato da alcuni organi di informazione". In particolare: La società di gestione Algebris Investments (UK) LLP è una partnership di diritto inglese con sede a Londra vigilata e regolamentata dal Financial Services Authority (FSA) e dalla Securities and Exchange Commission (SEC). Tutte le commissioni pagate dagli investitori di fondi Algebris sono imputate alla partnership inglese con sede a Londra. L'ufficio delle entrate inglese (Inland Revenue) e i revisori contabili di Algebris Investments (UK) LLP accertano e certificano che questo avvenga. Davide Serra - si legge ancora nella nota di Algebris - è socio di Algebris Investments (UK) LLP ed è gestore dei fondi Algebris. Di conseguenza Davide riceve il proprio reddito in Inghilterra e paga tutte le tasse in vigore in Inghilterra, compresa l'aliquota del 50% per i redditi superiori a 150,000. Sono tantissime le società di gestione italiane e internazionali che scelgono giurisdizioni quali Lussemburgo, Irlanda e isole Cayman per domiciliare i propri fondi, affinchè gli investitori possano sfruttare i trattati OECD di doppia imposizione fiscale e pagare le tasse solamente nel proprio Paese di residenza. "Rimaniamo stupiti - conclude la nota - dalla poca conoscenza del settore, ma soprattutto dalla strumentalizzazione da parte di alcuni soggetti".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4