lunedì 05 dicembre | 14:13
pubblicato il 20/ott/2014 20:03

Pressing su europarlamentari M5S per ricostruire gruppo Efdd

Numeri ci sono ma non tutti hanno già firmato, malumori per blitz

Pressing su europarlamentari M5S per ricostruire gruppo Efdd

Bruxelles, 20 ott. (askanews) - Al loro arrivo oggi a Strasburgo, per la sessione plenaria del Parlamento europeo, gli eurodeputati del Movimento cinque stelle sono stati sottoposti a pressioni da parte di funzionari del disciolto gruppo euroscettico Efdd (Europa della libertà a democrazia diretta), affinché firmassero il documento di adesione alla nuova versione del gruppo, che si ricostituirà dopo l'ingresso di un nuovo acquisto polacco, Robert Jaroslaw Iwaszkiewicz.

L'adesione del polacco, membro del partito ultraconservatore euroscettico Knp, permetterà di riportare a sette il numero dei paesi di provenienza degli eurodeputati membri del gruppo, dopo che la defezione della lettone Iveta Grigule, la settimana scorsa, aveva fatto cadere l'Efdd sotto questa soglia, il minimo richiesto dal regolamento dell'Europarlamento. Da notare che Grigule, membro del partito lettone dei Verdi e degli agricoltori (Zzs), ha posizioni politiche lontanissime da quelle di Iwaszkiewicz.

La decisione di ricostituire il gruppo, accettando al suo interno il rappresentante di una forza politica lontana anni luce dalle posizioni dei Cinquestelle (ancora di più dell'Ukip, il partito ultraeuroscettico britannico di Nigel Farage, che domina l'Efdd), non è stata sottoposta ad alcun confronto o discussione comune in seno alla delegazione degli eletti del M5s. Diversi europarlamentari grillini, per questa ragione, non hanno ancora firmato l'adesione alla ricostituzione, lamentando il fatto che la scelta sarebbe stata presentata loro come fatto compiuto, da ratificare senza discussione.

D'altra parte la pressione sugli europarlamemntari M5S è indubitabile, tanto più dopo che il leader Beppe Grillo ha pubblicamente dato per acquisita la ricostituzione dell'Efdd. E in ogni caso le condizioni necessarie per formare un gruppo (25 eurodpeutati, provenienti da almeno sette paesi membri) sarebbero soddisfatte anche se vi fossero alcune defezioni italiane.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum, Di Maio: da domani al lavoro per futuro governo M5s
Riforme
Referendum, Renzi: ho perso io e mi dimetto, ma senza rimorsi
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, Grillo: addio Renzi, ha vinto la democrazia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari