sabato 21 gennaio | 16:51
pubblicato il 16/giu/2011 21:25

Premier 'morbido' su richieste Lega,ma a Bossi serve Pontida show

Berlusconi pressa ancora Tremonti. Si teme sviluppo inchiesta P4

Premier 'morbido' su richieste Lega,ma a Bossi serve Pontida show

Roma, 16 giu. (askanews) - Silvio Berlusconi inizia ad adeguarsi ai diktat leghisti su Libia e immigrati, ma il Carroccio continua a tenere alta la tensione nei confronti del governo e blocca per la seconda volta il decreto sui rifiuti campani, 'scomparso' dal radar del Consiglio dei ministri. Nonostante questo, il premier prova a spargere ottimismo, scende in conferenza stampa con Roberto Maroni, prende le distanze pubblicamente dall'intervento contro Gheddafi e vara la stretta sull'immigrazione. Ma il titolare del Viminale lo gela: "Rimando a Pontida, dove Berlusconi ci ascolterà attentamente", risponde a chi gli chiede se il governo terrà. Parole che arrivano dopo il pollice verso di Umberto Bossi: non era riferito alla vita dell'esecutivo ma ai giornalisti, precisa la portavoce. Ma il segnale è comunque arrivato. Una frase, quella di Maroni, che fa contrarre il volto del premier. Berlusconi prova a riprendere in mano la situazione, afferma che "non c'è alternativa a questa maggioranza e a questo governo". Ma anche lui dovrà aspettare Pontida. Sul palco del 'sacro prato' interverrà il solo Bossi: nessuno spazio ai colonnelli leghisti, per dare "un segnale di compattezza", dice qualcuno, o per nascondere le divisioni sulla strategia, sostengono altri. Resta però la sensazione, diffusa nella Lega, che dal 'Capo' non arriveranno strappi: la richiesta di disimpegno dalla Libia è già stata formulata forte e chiara, così come il pressing su Tremonti per una riforma fiscale che premi i ceti di riferimento e per l'allentamento dei vincoli del patto di stabilità interno sui Comuni virtuosi. Forse anche una nuova legge elettorale, anche se Roberto Calderoli mostra scetticismo sulla possibilità di un accordo, e di sicuro il tema non è di quelli che possano infiammare gli animi dei leghisti. Ma che domenica possa succedere qualcosa di più, nella Lega ormai lo prevedono in pochi. Tanto più che Calderoli oggi con una nota rivendica il primo successo della nuova strategia leghista, con la stretta sui migranti che partono dalla Libia. Il Carroccio comincia dunque a incassare i primi dividendi del nuovo corso. Se poi basterà a durare fino al 2013, lo si capirà nelle prossime settimane. Nelle intenzioni del Cavaliere la riforma fiscale dovrebbe contribuire allo scopo di prolungare la vita della legislatura. Per questo oggi Berlusconi ha avuto un nuovo colloquio con il ministro dell'Economia, facendo slittare di quasi un'ora il Consiglio dei ministri. Da Tremonti arrivano segnali di cautissima apertura, conditi però dal costante richiamo al rigore dei conti pubblici. Le soluzioni, sembra inoltre dire il ministro in quasi ogni uscita pubblica, non saranno del tutto indolori e non necessariamente 'popolari'. Non popolare, e anzi dannoso rischia di diventare per il governo infine il caso P4. Il timore, già emerso nelle scorse ore, è che l'inchiesta possa lambire altri esponenti del centrodestra. Non è un caso che stamane a Palazzo Grazioli si sia tenuto un vertice tra il premier, Gianni Letta, Angelino Alfano e Niccolò Ghedini. La preoccupazione, nell'immediato, è una nuova ondata di rivelazioni sulla stampa, se non addirittura l'emergere di nuovi indagati.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Prodi: alla sinistra serve un nuovo riformismo
Governo
Grasso: legislatura duri fino a 2018 per recuperare tempo perduto
M5s
Ue, Grillo: Alde? Si vergogni chi si è rimangiato la parola data
Fi
Fi: sostegno Berlusconi a Prodi? Accuse Salvini paradossali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4