venerdì 09 dicembre | 13:16
pubblicato il 19/set/2013 16:16

Poverta': Cerrito (Cisl), nel contrasto Italia sia al passo con Europa

(ASCA) - Roma, 19 set - ''L'Italia deve essere al passo con l'Europa anche nel contrasto alla poverta'''. Lo dichiara in una nota il segretario confederale della Cisl, Pietro Cerrito, commentando la proposta del Ministro Giovannini di creare un assegno per i piu' poveri, il progetto 'Sostegno per l'inclusione attiva', presentato ieri.

''Da tempo - continua Cerrito - abbiamo chiesto che si adotti nel nostro Paese una misura che permetta alle famiglie povere, ormai sfinite dalla gravita' e persistenza della crisi economica, di avere un sostegno per poter condurre una vita dignitosa ed opportunita' di inserimento socio lavorativo. Per questo abbiamo sostenuto sia la sperimentazione della nuova carta acquisti che la sua estensione a tutte le Regioni meridionali grazie alla risorse dei fondi comunitari. L'iniziativa del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Giovannini, e' apprezzabile perche' va in questa direzione, ma elude o e' equivoca sul tema centrale per renderla effettiva: quello del finanziamento.

Sono state riportate proposte, non si comprende se degli esperti o fatte proprio dall'esecutivo, di reperimento di risorse attraverso interventi di riduzioni delle pensioni di importo basso. Cio' significherebbe togliere ai poveri con una mano quello che si concede con l'altra''.

''La Cisl ritiene che, per un principio di equita', gli interventi sulla poverta' debbono essere a carico della fiscalita' generale o dei risparmi sugli sprechi dovuti ad un certo tipo di spesa pubblica anche legata ai costi della politica. L'unica possibilita' e' un contributo di solidarieta' sulle pensioni d'oro e sui redditi elevati.

Peraltro e' paradossale che mentre lo stesso Presidente del Consiglio rilancia sulla giusta necessita' di una riforma fiscale che abbatta la pressione tributaria tutelando i redditi e per il rilancio dei consumi a partire dalle fasce piu' in difficolta', nella fattispecie, s'ipotizzi invece una redistribuzione al contrario, togliendo ai poveri per dare ad altri poveri'', ha detto Cerrito.

''Proprio l'opposto - ha concluso Cerrito - di quello di cui abbiamo bisogno''.

red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Braccio di ferro nel Pd, Renzi tiene punto: governo con tutti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
L'armonia di Umbria jazz sposa l'eccellenza dei vini di Orvieto
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina