sabato 03 dicembre | 03:54
pubblicato il 30/giu/2014 17:12

Pos: Squeri (FI), introduzione obbligo e' irragionevole

(ASCA) - Roma, 30 giu 2014 - ''Se la legge deve rispondere ad un criterio di ragionevolezza, qualcuno ci spieghi dov'e' questo criterio nell'obbligo del Pos che parte oggi. Si toglie alle imprese, ai commercianti, ai liberi professionisti per dare alle banche. Un 'travaso' da chi soffre la crisi a chi, con continue strette sul credito, la crisi la allunga. Un esempio: il governo Berlusconi, con il ministro Romani, aveva reso gratuite le transazioni con moneta elettronica per i benzinai, che svolgono una funzione esattoriale per lo Stato. Arrivata la sinistra al governo, ecco che questo giusto riconoscimento alla categoria sparisce. Allora, dov'e' la ragionevolezza?''. Lo dichiara, in una nota, il deputato di Forza Italia Luca Squeri.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari