sabato 21 gennaio | 03:55
pubblicato il 30/giu/2014 17:12

Pos: Squeri (FI), introduzione obbligo e' irragionevole

(ASCA) - Roma, 30 giu 2014 - ''Se la legge deve rispondere ad un criterio di ragionevolezza, qualcuno ci spieghi dov'e' questo criterio nell'obbligo del Pos che parte oggi. Si toglie alle imprese, ai commercianti, ai liberi professionisti per dare alle banche. Un 'travaso' da chi soffre la crisi a chi, con continue strette sul credito, la crisi la allunga. Un esempio: il governo Berlusconi, con il ministro Romani, aveva reso gratuite le transazioni con moneta elettronica per i benzinai, che svolgono una funzione esattoriale per lo Stato. Arrivata la sinistra al governo, ecco che questo giusto riconoscimento alla categoria sparisce. Allora, dov'e' la ragionevolezza?''. Lo dichiara, in una nota, il deputato di Forza Italia Luca Squeri.

com/vlm

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Renzi al Nazareno incontra big del partito
Craxi
Berlusconi: mi manca Craxi, è stato vittima di un golpe
Terremoti
Terremoto, Finocchiaro: stanziati 30 milioni per l'emergenza
Maltempo
Rigopiano, Gentiloni: grazie a chi salva vite, forza e coraggio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4