lunedì 27 febbraio | 15:33
pubblicato il 24/gen/2013 11:54

Pmi: accordo Confapi-Sace per favorire internazionalizzazione

(ASCA) - Roma, 24 gen - SACE e Confapi, Confederazione italiana della piccola e media industria privata, hanno finalizzato un accordo di collaborazione con l'obiettivo di favorire l'accesso delle Pmi alle soluzioni assicurativo-finanziarie sviluppate da SACE per rispondere alle difficolta' congiunturali e crescere in sicurezza sia in Italia che all'estero.

L'accordo - si legge in una nota -, firmato dal Presidente di SACE, Giovanni Castellaneta e dal Presidente di Confapi, Maurizio Casasco, prevede l'avvio di una serie di iniziative tecniche e commerciali congiunte per consentire alle oltre 120.000 Pmi manifatturiere associate a Confapi di orientarsi nell'offerta di SACE, avvantaggiarsi delle offerte dedicate per le PMI e scegliere gli strumenti piu' adatti alle proprie esigenze: dall'assicurazione contro i rischi di mancato pagamento alla protezione degli investimenti esteri, dalle cauzioni alle garanzie finanziarie per l'internazionalizzazione, ai servizi di factoring.

''La criticita' della congiuntura richiede un piu' forte dialogo con le imprese e azioni di risposta concertate - ha dichiarato Giovanni Castellaneta, Presidente di SACE -. La collaborazione con una realta' come Confapi e' un passo avanti sostanziale in questa direzione: ci avvicina ancora di piu' alle Pmi, spina dorsale del tessuto produttivo italiano, in un momento in cui SACE e' fortemente impegnata al loro fianco, in particolare con le offerte dedicate dell'iniziativa PMI NO STOP''.

PMI NO STOP e' l'iniziativa di SACE dedicata esclusivamente alle imprese di piccola e media dimensione, strutturalmente piu' esposte alle conseguenze della crisi.

Con PMI NO STOP, le imprese con fatturato inferiore a 50 milioni di euro o con meno di 250 dipendenti possono sostenere i propri piani di crescita contando su sei linee di prodotto, condizioni commerciali particolarmente vantaggiose e servizi di assistenza dedicati. Obiettivo: offrire alle Pmi un ''one stop shop'' con tutti gli strumenti piu' adatti per rispondere alle sfide poste dalla congiuntura avversa.

''La crisi economica non deve farci perdere di vista le opportunita' per il rilancio delle nostre aziende - ha affermato Maurizio Casasco, Presidente di Confapi -.

L'export, unitamente al credito, costituisce una priorita' per lo sviluppo, poiche' ogni azienda oggi e' chiamata a competere sui mercati mondiali, dato che il mercato italiano e' ormai quasi saturo. L'accordo con SACE si inserisce proprio in questa prospettiva di crescita, poiche' l'internazionalizzazione si e' sempre rivelata una strategia premiante, soprattutto per le Pmi''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Calcio
Renzi: Ranieri tradito dai suoi giocatori, ma tornerà...
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Dp
Rossi: noi fermeremo Grillo, alleanza con Pd se vince Orlando
Vitalizi
M5s: pensioni parlamentari come cittadini, basta ok a delibera
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech