lunedì 27 febbraio | 06:14
pubblicato il 03/ott/2016 11:40

Pizzarotti lascia il M5s: io uomo libero, direttorio è codardo

Movimento non è quello di quando era nato. Nè lista civica nè partito

Pizzarotti lascia il M5s: io uomo libero, direttorio è codardo

Parma, 3 ott. (askanews) - Il sindaco di Parma Federico Pizzarotti lascia il Movimento 5 stelle. "Sono sempre stato un uomo libero e non posso che uscire da questo M5s, da quello che il movimento è diventato oggi, che non è quello di quando era nato", ha annunciato durante una conferenza stampa in municipio.

La decisione è maturata dopo oltre 140 giorni dalla annunciata sospensione dal movimento seguita all'iscrizione del primo cittadino nel registro degli indicati per abuso d'ufficio nell'inchiesta per le nomine al Teatro Regio (per la quale, tra l'altro, il giudice ha disposto l'archiviazione). A seguito dell'annunciato provvedimento Pizzarotti aveva consegnato proprie controdeduzioni e chiesto un confronto con il Direttorio M5s. Una richiesta mai esaudita.

"Dopo Palermo e il capo politico che abbiamo voluto aspettare, è diventata improcrastinabile" la decisione di abbandonare il Movimento 5 stelle, ha spiegato ancora Pizzarotti, aggiungendo: "La storia è 'galantuomo' per raccontarci come andrà a finire".

"Dopo 144 giorni" dall'annunciata sospensione "la codardia di non dare una risposta - ha attaccato - va cercata in questo direttorio che si è schierato e messo dietro il garante. Ma voi non avete un minimo di umanità, responsabilità e dignità per chiamare?".

Pizzarotti ha escluso decisioni "su liste civiche o altro". L'addio al Movimento 5 stelle "era un passaggio dovuto a me, a noi e ai cittadini per avere chiarezza. Questa non è una resa ma una dimostrazione che noi andiamo avanti. Questo epilogo non pone alcune basi sul futuro né a livello nazionale né locale". "Vorrei che finissero tutte le ricostruzioni giornalistiche - ha aggiunto Pizzarotti - di chi dice 'ha parlato con Civati, con l'Idv': difficile mettere il cappello sulla mia testa, prematura" qualsiasi decisione.

"Da uomo libero mi sento libero di ragionare con la mia testa. Nessuna lista civica, non ho mai lavorato per un nuovo partito a livello nazionale. Sto uscendo io da M5s, non sta uscendo il gruppo consigliare", ha detto ancora Pizzarotti.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech