lunedì 20 febbraio | 05:22
pubblicato il 27/nov/2014 18:16

Pizzarotti alla testa rivolta M5S:"blog Grillo viola le regole"

"Ne pretendiamo il rispetto, vanno revocate espulsioni on line"

Pizzarotti alla testa rivolta M5S:"blog Grillo viola le regole"

Roma, 27 nov. (askanews) - "Massimo Artini e Paola Pinna rendicontano ogni spesa come si evince dai loro siti personali, che sono andato a visionare personalmente per farmi un'idea oggettiva. Forse il loro grosso "errore", in realtà, è aver fatto autocritica dopo le elezioni Regionali, e la critica si sa, fa male a chi ne ha paura, ma ha sempre fatto bene a chi vuole crescere e progredire. Ma ancora più grave è che chi si è arrogato il diritto di decidere le loro espulsioni, non sta rispettando regola alcuna che questo Movimento si è dato in Parlamento. Le votazioni dovrebbero infatti passare prima da una decisione delle Camere unite, e solo successivamente dal blog, come evidente da immagine allegata. Non mi risulta che ci sia stata questa votazione o che ci sia un verbale in cui verificarlo.Pretendiamo il rispetto delle regole. E allora, a maggior ragione, dovremmo essere noi i primi a rispettarle. Se la votazione in corso non verrà revocata, come in altre occasioni è stato fatto, voterò convintamente no".

Il sindaco pentastellato di Parma Federico Pizzarotto, con un post su Facebook corredato da foto dell'articolo 18 dello Statuto M5S che disciplina le procedure per comminare sanzioni ai parlamentari, si è di fatto messo alla testa delal rivolta in atto fra i parlamentari contro l'espulsione on line dei Artini e Pinna promossa dal blog di Beppe Grillo.

"Sarebbe inoltre doveroso oltreché corretto - ha puntato nero su bianco il dito Pizzarotti- fare esporre le considerazioni e le opinioni di Artini e Pinna a fianco della critica. Considerazioni che non hanno trovato spazio sul Blog. Inoltre la votazione senza la possibilità della replica e con informazioni parziali ("conoscere per deliberare!"), non ha nulla di democratico, ma assume gli aspetti più biechi dell'inquisizione in piazza. Sulla base di tutto questo mi chiedo: esiste un'Autorità con il potere di decidere oltre le regole che si sono dati i Parlamentari del MoVimento della Repubblica italiana? Chi è quest'Autorità e come possiamo chiedere che ci renda conto delle sue azioni cosi lontane dall'imparzialità?"

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, ultima trattativa con Emiliano su primarie dopo comunali
Pd
Cuperlo a Renzi: scendi da auto, non fare 'Gioventù bruciata'
Pd
Renzi si dimette da segretario Pd, ora candidature o congresso
Pd
Renzi apre congresso Pd, minoranza accusa: "Sceglie scissione"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia