martedì 24 gennaio | 13:16
pubblicato il 02/ott/2014 14:43

Pinotti: "Nessun disimpegno sugli F35". M5S: vogliamo chiarezza

La ministra della Difesa: entro la fine dell'anno si darà mandato alla produzione di due velivoli

Roma, 2 ott. (askanews) - Non ci sarà alcun disimpegno da parte del governo sugli F35 e entro la fine dell'anno si darà mandato alla produzione di almeno due velivoli: a precisarlo è stata oggi la ministra della Difesa Roberta Pinotti, nel corso di un'audizione in Senato. "Il programma di stabilizzazione" nelle more dalla conclusione del Libro bianco "significa che si dà mandato a procedere alla firma a fine anno per la produzione di un lotto di almeno due velivoli", ha detto Pinotti, avvertendo che non si può "giocare sui numeri". "Dall'inizio del mio mandato ho detto che giocare sui numeri è un gioco che non possiamo permetterci", ha affermato la ministra. "Il termine dimezzamento non ha senso. Io non avrei mai accettato un termine numerico. Non arrivo a dei numeri senza un'analisi specifica della situazione e ad una verifica di quanto ci serve. Noi possiamo ridurre del 50% l'impatto finanziario iniziale, che era di 16,6 miliardi poi diventati 14. Ma stiamo parlando di quote spalmate dal 1998 al 2026" tanto quanto si estende il programma per gli F35. Per Pinotti, dunque, c'è un "rallentamento, ma nel rispetto degli impegni del programma". "Faccio le scelte minime indispensabili per tenere il programma in vita - ha concluso la ministra - e per un ritorno sul fronte del lavoro e dell'occupazione. Il Parlamento non ci ha chiesto il disimpegno". Apprezzamenti per le dichiarazioni della ministra sono stati espressi da Nicola Latorre, presidente Pd della commissione Difesa a Palazzo Madama: "Considero molto importanti le comunicazioni del ministro della Difesa Roberta Pinotti in commissione, soprattutto in un momento particolare come questo dove i nuovi scenari di instabilità, penso alla gravità delle minacce terroristiche e alla situazione in Libia, destano preoccupazione e ci consegnano nuovi compiti". Critiche giungono invece dal Movimento 5 Stelle. I senatori Santangelo e Marton, esponenti M5S della commissione Difesa, hanno affermato: "Rimane ancora un mistero quella che è la programmazione della Difesa sull'acquisto degli F35. Per l'ennesima volta il ministro Pinotti è stata evasiva, rimandando una risposta a dopo l'estensione del fantomatico "libro bianco" che viene presentato come la panacea di tutti i mali. E intanto si rinvia all'anno prossimo". Plg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Di Maio: né Salvini né Meloni, non facciamo alleanze
L.elettorale
Grillo: legge elettorale sarà quella che deciderà la Consulta
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
L.elettorale
Partiti attendono Consulta su Italicum. Già divisi sul day-after
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4