martedì 21 febbraio | 10:57
pubblicato il 02/ott/2014 14:43

Pinotti: "Nessun disimpegno sugli F35". M5S: vogliamo chiarezza

La ministra della Difesa: entro la fine dell'anno si darà mandato alla produzione di due velivoli

Pinotti: "Nessun disimpegno sugli F35". M5S: vogliamo chiarezza

Roma, 2 ott. (askanews) - Non ci sarà alcun disimpegno da parte del governo sugli F35 e entro la fine dell'anno si darà mandato alla produzione di almeno due velivoli: a precisarlo è stata oggi la ministra della Difesa Roberta Pinotti, nel corso di un'audizione in Senato. "Il programma di stabilizzazione" nelle more dalla conclusione del Libro bianco "significa che si dà mandato a procedere alla firma a fine anno per la produzione di un lotto di almeno due velivoli", ha detto Pinotti, avvertendo che non si può "giocare sui numeri". "Dall'inizio del mio mandato ho detto che giocare sui numeri è un gioco che non possiamo permetterci", ha affermato la ministra. "Il termine dimezzamento non ha senso. Io non avrei mai accettato un termine numerico. Non arrivo a dei numeri senza un'analisi specifica della situazione e ad una verifica di quanto ci serve. Noi possiamo ridurre del 50% l'impatto finanziario iniziale, che era di 16,6 miliardi poi diventati 14. Ma stiamo parlando di quote spalmate dal 1998 al 2026" tanto quanto si estende il programma per gli F35. Per Pinotti, dunque, c'è un "rallentamento, ma nel rispetto degli impegni del programma". "Faccio le scelte minime indispensabili per tenere il programma in vita - ha concluso la ministra - e per un ritorno sul fronte del lavoro e dell'occupazione. Il Parlamento non ci ha chiesto il disimpegno". Apprezzamenti per le dichiarazioni della ministra sono stati espressi da Nicola Latorre, presidente Pd della commissione Difesa a Palazzo Madama: "Considero molto importanti le comunicazioni del ministro della Difesa Roberta Pinotti in commissione, soprattutto in un momento particolare come questo dove i nuovi scenari di instabilità, penso alla gravità delle minacce terroristiche e alla situazione in Libia, destano preoccupazione e ci consegnano nuovi compiti". Critiche giungono invece dal Movimento 5 Stelle. I senatori Santangelo e Marton, esponenti M5S della commissione Difesa, hanno affermato: "Rimane ancora un mistero quella che è la programmazione della Difesa sull'acquisto degli F35. Per l'ennesima volta il ministro Pinotti è stata evasiva, rimandando una risposta a dopo l'estensione del fantomatico "libro bianco" che viene presentato come la panacea di tutti i mali. E intanto si rinvia all'anno prossimo". Plg

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Spettacolo
Gli ottanta anni di Johnny Dorelli, tanto teatro, musica e tv
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Usa
Usa, Trump: media mentono su immigrazione che funziona in Svezia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia