lunedì 27 febbraio | 06:22
pubblicato il 06/ago/2014 17:02

Pil, Fassina: colpa e' di Ue, ma Renzi smetta polemizzare con gufi

Recessione dato largamente previsto, linea eurozona e' sbagliata (ASCA) - Roma, 6 ago 2014 - "La recessione? Era un dato prevedibile e largamente previsto. Purtroppo continuiamo a seguire nell'Eurozona una linea sbagliata che fa male all'economia reale e fa aumentare il debito pubblico. Va cambiata l'agenda dell'Unione europea". Lo dice Stefano Fassina del Pd, ex viceministro dell'Economia, commentando i dati sul Pil in un'intervista a Intelligonews.

Quanto alle riforme istituzionali, portate avanti in un momento cosi' difficile per l'economia, l'esponente del Pd dichiara: "Io credo che si possano portare avanti le riforme istituzionali e risolvere contemporaneamente i problemi dell'economia. Certo, un atteggiamento diverso da parte del governo avrebbe evitato, sulle riforme, forzature e perdite di tempo. Credo che i problemi vadano guardati in faccia, non si risolvono certo mettendosi a polemizzare con i 'gufi'...".

Pol/Arc

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Pd
Renzi: D'Alema non ha mai digerito rospo, scissione Pd colpa sua
Governo
Governo, Alfano: non va stroncato per vicenda interna al Pd
Governo
Renzi: elezioni nel 2018, deciderà Gentiloni se votare prima
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech