domenica 26 febbraio | 13:09
pubblicato il 17/feb/2014 16:04

Piemonte/Pd: Gariglio, al lavoro per dare risposte che regione attende

(ASCA) - Torino, 17 feb 2014 - ''Credo sia la prima volta che un segretario regionale conquista la maggioranza in tutte le Province. Ora ci metteremo subito al lavoro affinche' il Partito Democratico possa dare al piu' presto quelle risposte che il Piemonte attende''. Lo ha detto Davide Gariglio dopo il risultato delle primarie Pd di ieri che lo hanno eletto nuovo segretario del partito. ''Il dato dell'affluenza in calo era ampiamente prevedibile - ha detto ancora Gariglio, visto la scelta di scorporare le elezioni regionali da quelle nazionali. Il calo infatti si e' registrato in tutte le quattordici Regioni che ieri sono andate al voto. Sono molto soddisfatto per il risultato ottenuto, visto il valore dei miei contendenti.

Abbiamo vinto nettamente a Torino, con venti punti di distacco, e in tutte le Province del Piemonte''. I risultati definitivi indicano Gariglio al 53,38% con 13.027 voti, Gianna Pentenero (area Cuperlo), 8.672 (35.53%), Daniele Viotti (Civati) 2.706 voti (11.09%). Gli elettori sono stati 24.528, le schede valide 24.405. Nel dettaglio delle circoscrizioni Gariglio ha ottenuto il successo piu' ampio ad Asti con il 68,02% dei voti, mentre si e' tenuto sotto la maggioranza assoluta nelle altre province. La Pentenero lo ha battuto a Settimo Torinese con il 51,8% e gli si e' avvicinata, a sei punti, ad Alessandria, dove ha ottenuto il 39,66% delle preferenze. Viotti, andato generalmente meglio nel Piemonte 2, a Novara-Verbania ha avuto il 18,87%, a Torino citta' circa il 10%. Dei 400 componenti la nuova Assemblea regionale del PD, Gariglio conquista 212 delegati, Pentenero 141, Viotti 47. ''Innanzitutto rilevo come l'affluenza alle urne sia stata, purtroppo, molto bassa, come nelle previsioni della vigilia - ha commentato Penetenero -. I nostri elettori sono stanchi e delusi. Adesso il partito democratico dovra', insieme al nuovo segretario regionale, lavorare sodo per cercare di ridare loro fiducia. Sono soddisfatta per il risultato che io e la mia squadra, che ringrazio, abbiamo ottenuto. Credo che sia importante sottolineare come quella che era considerata una minoranza del 18 per cento, abbia superato ogni previsione.

Credo che ora il nuovo segretario, a cui vanno le mie congratulazioni, debba lavorare per una gestione unitaria del partito, traducendo questo principio in azioni concrete.

La priorita' e' scrivere insieme il programma per le regionali e vincere con Sergio Chiamparino le elezioni per la Regione Piemonte''.

eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Errani lascia Pd: ora nuova avventura, ma ci ritroveremo
Sinistra
Lavoro, scuola, ambiente: abito classico per la sinistra ex Pd
Pd
Pd, Veltroni: la sinistra divisa consegna l'Italia al polulismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech