lunedì 05 dicembre | 06:01
pubblicato il 10/gen/2014 14:33

Piemonte: Tar accoglie ricorso Bresso, elezioni da rifare (1upd)

Piemonte: Tar accoglie ricorso Bresso, elezioni da rifare (1upd)

(ASCA) - Torino, 10 gen 2014 - Elezioni da rifare in Piemonte. Il Tar regionale ha infatti accolto il ricorso sulla irregolarita' della lista ''Pensionati per Cota'' di Michele Giovine, presentato da Mercedes Bresso, ex presidente della giunta e candidata alla presidenza della Regione nel 2010. La decisione del Tar, (presidente Lanfranco Balucani, assieme a Paola Malanetto e Giovanni Pescatore) e' esecutiva anche se le parti - al ricorso si sono opposti tra gli altri lo stesso Giovine e il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota - faranno appello al Consiglio di Stato, a cui va l'ultima parola.

Al presidente Cota spettano ora soltanto poteri di ordinaria amministrazione, ma e' probabile che la decisione avra' effetti politici piu' ampi sulla coalizione alla guida della Regione.

''E' il momento dei festeggiamenti - commenta Bresso -. E' una sentenza che non lascia dubbi, a questo punto si torni presto al voto che consenta ai piemontesi un governo legittimo della Regione''. ''Una grande vittoria della giustizia. Avevamo detto dal primo giorno, di fronte alle accertate falsita' della lista Giovine, che Cota avrebbe dovuto dimettersi'', commenta l'avvocato Giampaolo Zancan, legale dell'ex presidente Bresso. ''Ora Cota puo' anche ricorrere al Consiglio di Stato, ma comunque il verdetto del Tar dice che si devono indire nuove elezioni'', ha concluso Zancan.

Cota non ha per ora replicato, lo fara' in una conferenza stampa convocata per le 15.

La lista Giovine era risultata decisiva decisiva per il successo di Cota, che ha prevalso di 9.372 voti su Bresso, grazie ai suoi 27.797 voti. Il 14 novembre dello scorso anno la Cassazione ha condannato in via definitiva Michele Guovine a 2 anni e otto mesi per falso elettorale. Un verdetto che secondo il Tar accerta in modo definitivo l'irregolarita' della lista ''pensionati per Cota''. Le controparti della Bresso avevano chiesto invece la sospensione del procedimento amministrativo, fino all'accertamento della falsita' in sede civile.

eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Referendum,Si:respinti rappresentanti no a scrutinio voto estero
Riforme
Referendum, seggi aperti in tutta Italia: sì o no a riforma Renzi
Riforme
Referendum, affluenza boom alle urne: alle 19 è già al 57,24%
Riforme
Referendum,Centro-Nord spinge affluenza oltre 60%,Sud sotto il 50%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari