giovedì 08 dicembre | 21:24
pubblicato il 19/apr/2013 11:39

Piemonte: inchiesta rimborsi, interrogatori di garanzia a meta' maggio

(ASCA) - Torino, 19 apr - Le ipotesi di reato nell'inchiesta sui rimborsi facili dei consiglieri regionali piemontesi sono peculato e in un caso soltanto, probabilmente, la truffa relativa a spese inesistenti. Gli interrogatori dovrebbero svolgersi a partire dalla meta' del mese prossimo. Tra le contestazioni piu' diffuse le ricevute dei ristoranti.

Oggi facce tese davanti a Palazzo Lascaris, sede dell'assemblea regionale, dove fino ad ora sono comparsi una decina di consiglieri. Fabrizio Biole', ex movimento Cinque stelle ora nel gruppo Misto, ha confermato di aver ricevuto un avviso in relazione a spese di trasporti, che avrebbe gia' restituito di tasca sua al gruppo grillino. ''Chiedero' spiegazioni a Davide Bono - ha aggiunto - che era il mio capogruppo all'epoca dei fatti''. eg/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Pontassieve riaccoglie Renzi: "non molli ora, deve andare avanti"
Governo
Mattarella apre consultazioni,l'arbitro silente debutta in campo
Governo
Crisi, Grillo: elezioni subito senza scuse, legge elettorale c'è
Governo
Renzi domani torna a Roma, oggi pranzo dal padre e poi a Messa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni