sabato 10 dicembre | 02:53
pubblicato il 22/gen/2014 18:27

Piemonte: il ricorso di Cota al CdS, voti validi perche' distinti

(ASCA) - Torino, 22 gen 2014 - I voti attribuiti al candidato presidente Roberto Cota anche in caso di annullamento della lista ''Pensionati per Cota'', debbono considerarsi validi perche' si tratta di due voti distinti anche se contestuali e la sorte dell'uno non trascina necessariamente quella dell'altro. E' quanto sottolinea in sintesi il legale di Roberto Cota, Angelo Clarizia, nel ricorso presentato al Consiglio di Stato contro la sentenza del Tar che ha annullato il voto regionale del 2010 e quindi la vittoria di Roberto Cota, chiedendo in via cautelativa la sospensione dell'esecutivita' della sentenza di primo grado del 10 gennaio scorso. Nel ricorso di 62 pagine l'avvocato Clarizia ribadisce innanzitutto che la nullita' dell'atto di presentazione della lista ''Pensionati per Cota'' di Michele Giovine poteva essere accertata soltanto in sede civile a seguito di querela per falso, il cui processo e' ancora pendente, e non invece valutando il giudicato in sede penale che ''ha oggetto e finalita' diverse''. Del resto, fa notare l'avvocato Clarizia, nel suo ricorso, il Tar, nella sua sentenza parziale del 2010, aveva sostenuto la stessa cosa (l'accertamento deve avvenire solo in sede civile), e contraddicendosi e' incorso in ''eccesso di potere''. Ma soprattutto nel ricorso si contesta quanto il Tar ha scritto nelle sue motivazioni sulle conseguenze invalidanti del voto, considerando ''incerti'' i voti espressi. Non si tratta invece di voti incerti, ribatte, perche' essendo possibile il voto disgiunto, ovvero per un altro candidato presidente, il voto era diretto in modo inequivocabile a favore di Roberto Cota, che vinse, grazie anche ai 15mila voti della lista Giovine, per circa 9mila voti. A questo proposito nel ricorso si richiama una decisione del 2002 del Consiglio di Stato sulle elezioni regionali dell'Abruzzo in cui, ricordando la possibilita' del voto disgiunto, si parla di due manifestazioni di volonta', una esplicita a favore della lista provinciale e una eventualmente implicita a favore del presidente collegato.

Cosi' come si richiama anche una decisone analoga del 2008 del Consiglio di giustizia amministrativa per la Regione siciliana in cui si esprime lo stesso concetto in relazioni alle elezioni comunali.

Nell'art.2 della legge 43 del 1995 sottolinea il ricorrente ''il voto per la lista provinciale si intende validamente espresso anche a favore della lista regionale collegata''.

Nel senso che l'avverbio ''validamente'', garantirebbe sopravvivenza autonoma al voto per Cota. Il ricorrente definisce illazioni le ipotesi del Tar rispetto alla impossibilita' di determinare dove davvero si sarebbe diretto in assenza della lista Giovine. ''E' un'illazione - e' scritto - ipotizzare che il voto attribuito alla sola lista provinciale avrebbe potuto essere determinato solo dalla partecipazione di quella lista, dimendicando il collegamento tra lista e candidato presidente e obliterando a un tempo che l'elettore e' consapevole di attribuire due voti, uno alla lista e l'altro al candidato presidente''. Nel ricorso si affronta anche la questione relativa al mancato esame della nullita' della lista ''Pensionati e Invalidi per Bresso'', che aveva ottenuto oltre 12mila voti e che quindi a parere dei ricorrenti poteva far pendere la bilancia dei voti complessivi nuovamente a favore di Cota.

Secondo l'avvocato Clarizia infatti la nullita' poteva essere accertata d'ufficio dal Tar che invece ha respinto l'istanza perche' tardiva e non notificata alle altre parti. Il Consiglio di Stato ha ora 45 giorni per fissare l'udienza. eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Tosi al Colle: incarico a una figura dal profilo internazionale
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina