lunedì 20 febbraio | 21:22
pubblicato il 01/mar/2014 11:50

Piemonte: Cota su voto 2010, in paese normale non ci sarebbe discussione

(ASCA) - Torino, 1 mar 2014 - ''Ormai ho perso il filo, in questi anni si sono verificate vicissitudini che hanno dell'incredibile''. Lo ha affermato il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota, oggi a margine dell'inaugurazione del nuovo anno accademico del Tribunale Ecclesiastico piemontese, sul nuovo ricorso sulle regionali 2010 presentato da FdI che si discutera' il 18 marzo davanti al Consiglio di Stato. ''Noi non e' che abbiamo solo ragione, di piu'. Su tutto - ha aggiunto -. Non c'e' ne' un punto, ne' un aspetto dove in un Paese normale ci sarebbe discussione''.

eg/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Pd
Pd, Rossi: nasceranno nuovi gruppi parlamentari pro governo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia