sabato 10 dicembre | 12:52
pubblicato il 01/mar/2014 11:50

Piemonte: Cota su voto 2010, in paese normale non ci sarebbe discussione

(ASCA) - Torino, 1 mar 2014 - ''Ormai ho perso il filo, in questi anni si sono verificate vicissitudini che hanno dell'incredibile''. Lo ha affermato il presidente della Regione Piemonte Roberto Cota, oggi a margine dell'inaugurazione del nuovo anno accademico del Tribunale Ecclesiastico piemontese, sul nuovo ricorso sulle regionali 2010 presentato da FdI che si discutera' il 18 marzo davanti al Consiglio di Stato. ''Noi non e' che abbiamo solo ragione, di piu'. Su tutto - ha aggiunto -. Non c'e' ne' un punto, ne' un aspetto dove in un Paese normale ci sarebbe discussione''.

eg/mar

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Governo
Renzi verso ok a governo Gentiloni, ma su data voto è rebus
Governo
Orlando: governo per andare al voto, ma Pd non lo fa da solo
Governo
Seconda giornata consultazioni da Mattarella, Gentiloni in pole
Governo
Da Mattarella possibile incarico domenica, in pole c'è Gentiloni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina