venerdì 02 dicembre | 20:49
pubblicato il 04/feb/2014 15:21

Piemonte: Cota, Consiglio di Stato? Se ne occupano gli avvocati

(ASCA) - Torino, 4 feb 2014 - ''Il Consiglio di Stato? Se ne occupano gli avvocati''. Il governatore del Piemonte Roberto Cota, a pochi giorni dalla decisione del Consiglio di Stato sulla sospensiva della sentenza del Tar che ha annullato il voto del 2010 ostenta distacco. Ma fa capire che ad ogni modo la battaglia legale non si concludera' neppure dopo la sentenza di merito, prevista a fine marzo, perche' in caso venga confermata la sentenza del Tar c'e' anche la Cassazione.

Cota, a margine di una presentazione di un'iniziativa regionale per il lavoro giovanile, torna ad attaccare il Tar che oltre alla sentenza elettorale ha messo in fila una serie di decisioni in queste settimane tutte sfavorevoli alla amministrazione Cota, dai tagli ai trasporti a quelli per i non autosufficienti. ''La sentenza sulle elezioni e' inconcepile in qualsiasi paese civile - osserva Cota -. Non lo dico soltanto per il mio caso. Se non si porra' riparo da parte del Consiglio di Stato... e non e' soltanto un problema di Cota o di qualcun altro, e' un problema di democrazia che non c'e' piu' ''.

''Un tribunale amministrativo regionale - dichiara Cota - ha annullato le elezioni dopo quattro anni, mentre sta finendo la legislatura, pur sapendo che non era mai stato in discussione il risultato elettorale. Ci puo' essere stata l'irregolarita' di una lista, ma i voti sono voti veri, espressi dai cittadini piemontesi''. Cota prende le distanze dal dibattito giuridico pieno di '' bizantinismi''. ''Un avvocato che dice una cosa , uno un'altra - commenta Cota - , io mi sono stufato di assistere a questo dibattito molto stucchevole''.

Quanto alle decisioni in vista da parte del Consiglio di Stato, ''io vado avanti a governare, le elezioni le ho vinte.

Gli avvocati si occuperanno purtroppo di questa vicenda squallida - aggiunge Cota - di chi ha presentato un ricorso pur avendo delle irregolarita' (la lista pro Bresso pensionati e invalidi per Bresso finita sotto processo, ndr) , io devo tirarmi fuori non mi posso occupare di queste cose e cerco di tenere la mente libera perche' sono il presidente della Regione''. ''La Regione - prosegue Cota - ha dato incarico agli avvocati contro una sentenza che non e' definitiva, ci sono due gradi di giudizio, anzi tre perche' c'e' la Cassazione''. Stessa linea anche sul ricorso annunciato dal Movimento Cinque Stelle contro gli atti approvati in queste settimane dalla Regione, fino al bilancio e alla norma che consente li rimborso immediato dei contributi pensionistici dei consiglieri regionali: ''Io mi occupo di governare, forse qualcuno ha qualche problema, io spero di non averne e non me li faccio venire''. Quanto alle altre decisioni del Tar di questi giorni: ''Mi sembra che vogliano governare i giudici del Tar - ha detto Cota - e' inaccettabile e inammissibile questo tipo di interferenza.

E' una questione che prima o poi dovra' essere affrontat, non e' possibile che ci sia un sistema dove c'e' qualcuno che lavora e che governa e qualcun altro che crea questo tipo di ostacoli, il risultato di queste decisioni penalizza la vita dei cittadini e comporta costi molto alti per il bilancio della Regione. C'e' un problema anche di chi ricorre e utilizza la giustizia amministrativa per paralizzare l'azione di governo - osserva Cota - poi c'e' un risultato delle decisioni che crea grossi problemi all'azione di governo.

Tutto il nostro modo di affrontare e di riformare settori importanit, come i trasporti e la sanita 'e' giusto e correttoe non ce lo siamo inventati noi - osserva Cota -. La limitatezza delle risorse deriva dal taglio che viene fatto da Roma e quindi la responsabilita' e del governo centrale che non assegna i soldi al territorio.Ci vuole un'autonomia diversa per una regione come il Piemonte dove le risorse possono essere trattenute sul territorio''.

eg/res

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Renzi: risultato aperto, in 48 ore ci giochiamo i prossimi 20 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari