martedì 21 febbraio | 18:16
pubblicato il 12/feb/2014 19:20

Piemonte: Bresso attacca spese legali Regione. Pichetto, studi di piu'

(ASCA) - Torino, 12 feb 2014 - Nuova polemica sul tema delle spese legali sostenute dalla Regione Piemonte nella lunga battaglia giudiziaria davanti ai tribunali amministrativi e alla Cassazione in relazione al voto 2010 annullato ieri in maniera definitiva dal Consiglio di stato. ''Qualcuno dovra' chiedere conto dei soldi spesi in giudizio dalla Regione Piemonte per difendere il presidente Cota - ha detto questo pomeriggio Mercedes Bresso durante una conferenza stampa -, perche' la regione come istituzione non e' interessata a chi vince, e' interessata a che si faccia giustizia e se c'e' stata un'irregolarita' e' interessata a che venga valutata e poi eventualmente sanata. E quindi - ha proseguito - l'istituzione dovrebbe essere neutra in questa vicenda. Al massimo - ha detto ancora Bresso - l'unica cosa che sarebbe potuta ammettersi in questa fase finale e' la richiesta di sospensiva legata all'ipotetica possibilita' di compiere atti indifferibili e urgenti, ma in tutto il resto un interesse specifico delle istituzione non c'era, c'era delle persone le quali possono pagarsi le proprie cause con i propri soldi''.

La replica del Vice Presidente Gilberto Pichetto Fratin (Fi) non si e' fatta attendere: ''Capisco che in queste ore la signora Bresso sia in preda all'euforia da giudizio universale, nonostante la sconfitta in termini politici che subi' nel 2010 e che, sempre ragionando politicamente, rimarra' tale a prescindere dalla giustizia amministrativa, ma le consiglio vivamente di studiare un po' di piu'.

Dovrebbe infatti sapere, soprattutto dopo essere stata Presidente di Regione nonche' a lungo professoressa universitaria, - prosegue Pichetto - che ''l'ente territoriale e' portatore dell'interesse alla conservazione dei propri organi nella composizione ad essi conferita dall'atto di proclamazione di eletti''. E questo non lo afferma il sottoscritto, bensi' lo stesso Consiglio di Stato, nella sentenza 1076 del 2006. La sua accusa di rendere conto delle nostre spese legali, insomma, e' istituzionalmente scorretta. Noi avevamo il dovere di ricorrere''.

eg/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Pd
Rossi: io già fuori dal Pd, spero Emiliano sia conseguente
Pd
Pd, Prodi: la scissione è un suicidio, non posso rassegnarmi
Pd
Speranza: domani non andrò alla direzione, ieri rottura nel Pd
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia