martedì 24 gennaio | 22:20
pubblicato il 08/feb/2014 16:16

Piemonte: Balduzzi, pdl per consentire a Tar di accertare falsita' liste

(ASCA) - Torino, 8 feb - Dopo le polemiche sulla sentenza del Tar Piemonte che ha annullato le elezioni regionali del 2010 dopo quattro anni, l'ex ministro della Sanita' Renato Balduzzi , esponente di Scelta Civica, ha presentato ieri alla Camera una proposta di legge per una definizione piu' celere delle questioni elettorali da parte della giustizia amministrativa. ''Nella situazione normativa vigente il Tar non puo' decidere direttamente sulle questioni che riguardano le false sottoscrizioni delle liste, ma deve aspettare che ci sia un giudicato civile o penale - spiega Balduzzi all'Asca a margine del convegno di scelta civica a Torino -. Per la Corte Costituzionale questo va bene sulla base di una tradizione plurisecolare, ma questo si puo' cambiare con una legge e si puo' fare senza disturbare il sistema perche' il giudice amministrativo a differenza del passato ha poteri istruttori quindi li puo' svolgere e gli elettori possono essere sicuri che se dovessero esserci dei falsi questi possono essere accertati in un tempo ragionevolmente breve''.

In sintesi spiega Balduzzi: ''La norma che e' una modifica al codice di procedura amministrativa da' la possibilita' al giudice di decidere sull'incidente di falso senza che questo abbia un rilievo di giudicato, ma ai fini di una sua pronuncia sulla regolarita' e validita' dell'operazione elettorale''. La proposta introduce un comma 5-bis nel testo dell'art. 130 del codice di procedura amministrativa, ''prevedendo che nel giudizio promosso successivamente alla proclamazione degli eletti ai sensi dell'art. 130 stesso, il giudice amministrativo possa accertare le falsita' documentali quando da queste dipendano la soluzione della questione principale. In tal caso si stabilisce che la sentenza, per questo profilo, conservi i medesimi effetti di qualsiasi decisione del giudice amministrativo su questioni pregiudiziali o incidentali concernenti diritti ai sensi dell'art. 8, comma 1, c.p.a. ovvero abbia effetti interni e non faccia stato''. Balduzzi ha detto di augurarsi che la poposta possa essere discussa nei prossimi mesi. eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pd
Fassino: un giovane Prodi? Il Pd un leader ce l'ha già
Governo
A P.Chigi summit Gentiloni e ministri su sicurezza-immigrazione
M5s
Grillo imbavaglia i suoi: parlate se autorizzati o andate via
M5s
Grillo a eletti M5s: siete portavoce, linea la decidono iscritti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, ok Camera a mozione contro l'abuso di antibiotici

Roma, 24 gen. (askanews) - "Approvata dalla Camera la nostra mozione contro la resistenza agli antibiotici, un fenomeno che, di questo passo, entro il 2050 potrebbe diventare...

Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4