martedì 21 febbraio | 01:47
pubblicato il 21/mag/2013 15:21

Piccoli Comuni: Federfarma, farmacie pronte a collaborare

(ASCA) - Roma, 21 mag - Le farmacie esprimono apprezzamento per la proposta di legge per il sostegno e la valorizzazione dei piccoli comuni. Le farmacie, infatti, condividono pienamente la volonta' di potenziare i servizi forniti ai 10 milioni di italiani che vivono nei comuni con meno di 5.000 abitanti, anche attraverso progetti di informatizzazione di tali comuni. Chiedono di essere coinvolte nel processo di sviluppo dei servizi sanitari nelle aree rurali, previsto dalla proposta di legge. In molti piccoli comuni la farmacia, infatti, e' l'unico presidio sanitario a disposizione della popolazione, indispensabile non solo per l'accesso al farmaco, ma anche per consigli e assistenza sulla salute in generale. ''Le farmacie - spiega Annarosa Racca, presidente di Federfarma - gia' oggi costituiscono un importante punto di riferimento, ma possono dare un contributo ancora piu' concreto al miglioramento della qualita' della vita delle persone, a costi contenuti e trasparenti. Questo puo' avvenire potenziando il ruolo della farmacia nella dispensazione di tutti i medicinali del SSN, favorendo cosi' il monitoraggio delle cure e l'adesione alle terapie da parte dei pazienti, con indubbi vantaggi in termini di tutela della salute, ma anche di risparmio per il SSN. Le farmacie possono anche fornire nuovi servizi di alta valenza socio-sanitaria, a cominciare dalle attivita' di prevenzione fino alla presa in carico dei pazienti e alla partecipazione, in sinergia con le altre strutture sanitarie territoriali, a programmi di assistenza domiciliare''.

''Servizi di questo tipo, utilissimi nelle grandi citta', diventano indispensabili nei piccoli centri, dove la farmacia e' l'unico presidio sanitario sempre accessibile'' dichiara Alfredo Orlandi, presidente di Federfarma-Sunifar (farmacie rurali). ''Le farmacie rurali devono essere messe nelle condizioni di operare in modo efficace ed economicamente sostenibile. Piu' della meta' degli oltre 8.000 comuni italiani ha meno di 3.000 abitanti e in tutti questi comuni la farmacia c'e', ed e' una presenza fondamentale per la popolazione. In questi centri sono rimasti soprattutto anziani che hanno difficolta' a muoversi: arrivare alla ASL del capoluogo puo' essere un'impresa veramente ardua, in cui bisogna per forza coinvolgere qualcun altro, spesso facendogli perdere ore di lavoro. E gli spostamento costano tempo e denaro''.

Con questo spirito le farmacie hanno aderito anche quest'anno alla manifestazione Voler Bene all'Italia che, in questa X edizione, si svolgera' il 2 giugno, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

com/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
M5s
Vertici M5s a Roma, possibile incontro Grillo-Raggi in Campidoglio
Pd
Enrico Letta: Pd non può finire così, attonito da cupio dissolvi
Elezioni
Blog Grillo: pazienza italiani ha un limite, lasciateci votare
Pd
Ultime ore per arginare la scissione nel Pd, occhi su Emiliano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia