sabato 03 dicembre | 07:57
pubblicato il 05/feb/2014 19:24

Piccoli comuni: Anci scrive a Letta, creare fondo investimenti ad hoc

Piccoli comuni: Anci scrive a Letta, creare fondo investimenti ad hoc

(ASCA) - Roma, 5 feb 2014 - ''Un Fondo ordinario investimenti per i piccoli Comuni, programmabile e pluriennale'', al fine di '''razionalizzare ogni eventuale risorsa disponibile a livello di Governo''. E' quanto chiedono - riferisce una nota - il presidente dell'Associazione nazionale comuni italiani (Anci), Piero Fassino, e il coordinatore Anci dei piccoli Comuni, Mauro Guerra, che hanno scritto una lettera indirizzata al presidente del Consiglio, Enrico Letta.

Fassino e Guerra hanno manifestato apprezzamento per il Programma 6000 campanili, ''iniziativa del ministero delle Infrastrutture di sostegno e valorizzazione dei circa seimila Comuni di minore dimensione demografica'' che, dopo molti anni, destina '''risorse significative per sostenere investimenti nei territori piu' periferici del nostro Paese''. I due esponenti Anci sottolineano, pero', '''la complessita' di partecipazione al Programma'', evidenziando al contempo che '''i piccoli Comuni hanno dato ancora una volta dimostrazione dell'elevata capacita' progettuale che sono capaci di mettere in campo; oltre 4500 progetti presentati che, se fosse stato possibile finanziare almeno in gran parte, avrebbero portato benefici al 54% del territorio italiano, anche in termini di lavoro e di rilancio dell'economia locale''.

Da qui la richiesta di un incontro al presidente del Consiglio: ''Sarebbe fortemente auspicabile e strategico - ribadiscono Fassino e Guerra - cercare di razionalizzare ogni eventuale risorsa disponibile a livello di Governo per provare a costituire un Fondo ordinario investimenti per i piccoli Comuni, programmabile e pluriennale, cogliendo anche l'occasione rappresentata dalla prossima fase di programmazione delle politiche di coesione 2014-2020''.

Infine, ancora a proposito del Programma 6000 Campanili, Fassino e Guerra hanno scritto una lettera anche al ministro delle Infrastrutture, Maurizio Lupi, chiedendo di '''rivedere il meccanismo che e' stato finora utilizzato nell'assegnazione dei finanziamenti, introducendo una riflessione su alcune possibili priorita'''.

com-stt/cam/rob

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Riforme
Renzi: brogli voto estero? Film che ritorna da chi teme sconfitta
Riforme
Referendum, Salvini: voto estero comprato ma no vincerà comunque
Riforme
Renzi: col Sì Italia più forte in Ue su crescita e immigrazione
Riforme
Politici, vip e costituzionalisti, tutti divisi al referendum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari